2° Memorial Maria Lidia de Rosa

Una zampa sul cuore

Anche quest’anno Sportdays non manca di ricordare, con il 2° Memorial Maria Lidia de Rosa, la carissima veterinaria avellinese prematuramente scomparsa.

La ricordano, con grande emozione per tutti i presenti, Valentina Gavitone, la dott.ssa Carla Palomba, il fratello Nicola.

Toccano a Valentina Gavitone, che ha curato l’organizzazione dell’incontro, i saluti e i ringraziamenti.

Dal 19 febbraio, dopo aver chiesto il permesso ai familiari, ha creato l’Associazione Una zampa sul cuore, in ricordo di Maria Lidia de Rosa che tanto si è adoperata per aiutare i cani e i gatti più sfortunati.

L’Associazione ha come obiettivo la microchippatura per i cani randagi presenti sul territorio e sostiene la sterilizzazione, che è uno dei metodi più efficaci per ridurre il randagismo, cercando di evitare che i cani randagi finiscano in canili lager nei quali non è possibile seguirli.

Purtroppo, sostiene Valentina, il problema è ancora molto sviluppato e di difficile soluzione ma non bisogna perdere le speranze proprio come sosteneva anche la dottoressa amica degli animali randagi.

Alcuni cani e gatti del rifugioAlcuni cani e gatti del rifugio

Nel suo saluto la veterinaria Carla Palomba, collaboratrice di Maria Lidia de Rosa ricorda quanto la dottoressa scomparsa fosse molto vicina al problema del randagismo. Il randagio è il cane solo, che non ha una persona di riferimento, vive nelle strade e lotta per la sopravvivenza.

Nicola De Rosa interviene con piacere per ricordare l’amore che ha sempre dato a tutti Maria Lidia, sia persone che uomini, ed è così che vogliamo ricordarla e tenere alta la sua memoria anche con manifestazioni come queste del memorial.

Questo pomeriggio si svolgeranno  due sfilate, una di meticci l’altra di cani di razza.

 

Il ricordo di Maria Lidia de Rosa è vivo in tutti coloro che l’hanno conosciuta e stimata come professionista e amica. Una persona buona, dedita a svolgere non solo un lavoro ma una missione. Il suo totale impegno verso la cura dei cucciolini abbandonati o ammalati, l’aiuto concreto nei confronti di tutti coloro che da volontari cercano di risollevare le sorti dei randagi era prezioso e dimostrava l’amore verso la vita.

Rimarrà, per questi  motivi, una persona amata e il suo ricordo deve servire, soprattutto, a battersi per le giuste cause.

Ringrazio personalmente il Professore Giuseppe Saviano, per aver  voluto ricordare tra gli avellinesi illustri prematuramente scomparsi la veterinaria Maria Lidia de Rosa.

 

Maria Paola Battista

@riproduzione riservata WWWITALIA.EU

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

About Maria Paola Battista

Amo ascoltare, leggere, scrivere e raccontare. WWWITALIA mi dà tutto questo. Iniziata come un’avventura tra le mie passioni, oggi è un mezzo per sentirmi realizzata. Conoscere e trasmettere la conoscenza di attori, artisti, scrittori e benefattori, questo è il giornalismo per me. Riguardo i miei studi, sono sociologa e appassionata della lingua inglese, non smetto mai di studiare perché credo che la cultura sia un valore. Mi piace confrontarmi con tutto ciò che è nuovo anche se mi costa fatica in più. Difetti? Non ho una buona capacità di guardarmi intorno e, strano a comprendere forse, non sono molto curiosa! Grazie ai lettori di WWWITALIA per l’attenzione che riservano ai miei scritti e mi auguro di non deluderli mai. mariapaolabattista@wwwitalia.eu