22 pitbull sequestrati e ora salvi

Pitbull

E’ stata una telefonata improvvisa alle 8 di mattina del 17 luglio scorso quella con cui l’Asl di Rimini comunicava agli operatori del canile comunale “Stefano Cerni” di San Salvatore l’arrivo di ben 22 cani, tutti di razza pitbull, a seguito del provvedimento di sequestro disposto dall’autorità giudiziaria che concludeva l’operazione condotta da Carabinieri e Forestale in una casa colonica di Covignano in cui – raccontano le cronache giornalistiche – venivano rinvenute armi, droga e… appunto 22 cani.

Un arrivo inaspettato quanto – per numero – di difficile gestione a cui Comune di Rimini e canile sono riusciti a dar nonostante tutto una risposta.

E’ proprio per casi come questo, infatti, che per particolari necessità è stata prevista all’interno della convenzione per la gestione del canile l’istituzione di un “canile d’appoggio” presso la struttura di Vallecchio dove attualmente 17 dei 22 cani – cinque sono rimasti al “Cerni” – si trovano ospitati.

“Si sono ambientati benissimo e godono tutti e 22 di ottima salute – commentano dal canile – e siamo in attesa delle disposizioni dell’autorità giudiziaria che definirà il loro futuro”.

Il costo del loro ricovero sarà interamente addebitato ai proprietari.

Print Friendly, PDF & Email