“42° Cividale – Castelmonte”. I vincitori

FEDERICO LIBER_foto di Alessandro Cossettini

La Corsa Automobilistica Internazionale di Velocità in Salita per Auto storiche e moderne “42° Cividale – Castelmonte” si è conclusa ieri

PODIO MODERNE

Liber e Mössler non hanno rivali La Cividale-Castelmonte è loro Sono i driver di Gloria C8P Evo e Steyr Puch i dominatori della cronoscalata di Red White. Il primo, tra le moderne, vince per la terza volta di fila. Il secondo, tra le storiche, è una novità. Notevole la partecipazione di piloti (231 al via) e di pubblico lungo la salita di 6,395 km. Cinque vittorie assolute, di cui tre di fila: la Cividale-Castelmonte è ancora il regno di Federico Liber. Il pilota della Gloria C8P Evo si è aggiudicato la 42esima edizione della cronoscalata, valida per il Trofeo Italiano Velocità Montagna (TIVM), per il campionato Friuli Venezia Giulia, per il FIA CEZ (Campionato del Centro Europa), per le serie nazionali di Austria e Slovenia oltre che per il Trofeo Alpe Adria 2019. Nella corsa organizzata dalla scuderia Red White, il driver ha chiuso le due manche in 6’19’’77 davanti a Stefano Gazziero su Osella Fa30 (6’37’’47) e a Sergio Farris su Osella Pa2000 (6’39’’70). Tra le auto storiche il più veloce di tutti è stato l’austriaco Harald Moessler, che su Steyr Puch Konigberg Spyder ha completato le due salite in 7’53’’21, precedendo il vincitore delle ultime due edizioni, il cividalese Rino Muradore su Ford Escort Rs1600 (7’57’’15, il più rapido del secondo raggruppamento) e Michele Massaro su Bmw M3 (7’57’’95, davanti a tutti nel terzo raggruppamento). Buona la partecipazione di pubblico (proveniente anche da Austria e Slovenia), e dei piloti: sono stati in 160 tra le auto moderne e 71 tra le vetture storiche a darsi battaglia lungo la strada che da Carraria di Cividale porta a Castelmonte (6,395 km). Nei vari raggruppamenti, a imporsi nel gruppo A è stato il figlio d’arte Massimo Guerra, che su Hyundai I20 R5 ha chiuso in 7’26’’51. Trionfo in E1 per Karl Schagerl sulla spettacolare Volskwagen Rallye Tfsi-R (6’45’’11) mentre nella E2-Sh ha dettato legge Mauro Soretti con la Subaru Impreza Wrx (6’44’’85). Tra le Gt, vittoria per Gianni Di Fant, dodicesimo assoluto e primo dei piloti friulani al traguardo con la Porsche 997 (7’13’’86 il crono). Bella la battaglia regionale in ProdS, risolta a favore di Lorenzo Luches (Renault Clio) su Denis Molinari (Renault Clio Rs): 8’03’’19 e 8’07’’12 i tempi. Sempre tra le moderne, ha destato curiosità la Smart Eq For Two completamente elettrica i Marco Maffesoli, che ha vinto la classe Rse (9’41’’25). COMUNICATO STAMPA N°2 Martedì 9 Ottobre 2018 La 41° Cividale-Castelmonte pronta a decollare con i suoi 200 iscritti 128 vetture moderne e 73 storiche, i partecipanti per la dinamica gara automobilistica internazionale di velocità in salita nella terra friulana. Conferma dell’affetto dei piloti per questo arduo tracciato. Un plateau di adesioni di alto livello sia come piloti che come vetture al via della 41° cronoscalata nell’antica Forum Iulii. Il 12-13-14 Ottobre, il pubblico potrà respirare la fervida passione dei piloti in corsa verso la vittoria per il Campionato Europa Centrale FIA CEZ, Campionato Austriaco, Trofeo Italiano Velocità in Montagna e Alpe Adria Hill Climb Trophy. Tra gli iscritti Gli autriaci confermano la loro massiva presenza, spiccano …. Tra gli iscritti delle moderne non passeranno inosservate le prestazioni dei friulani Claudio De Cecco con una tutta nuova Hyunday I30NTcr e Giorgio Venica con una Hyundai I20. Federico Liber, uno dei favoriti alla vittoria, preferisce l’ambiente conviviale della Cìvidale-Castelmonte alla FIA Hill Climb Masters 2018 a Gubbio. scrivere piloti auto storiche!!! scrivere ukteriori nomi-chiedere padre di cui è protagonista anche quest’anno, capace di prestazioni di alto livello. Da tenere d’occhio poi La diversità di vetture caratterizza questa cronoscalata in cui si faranno sicuramente notare prototipi, formula a ruote scoperte e la calsse E1 con automobili da 400/500 cavalli come BMW, Delta e prototipi carrozzati. Il gruppo N non avrà vetture di tale potenza? che cosa hai detto l’intervista? ma ha tanta passione, come quella del pilota Simone Cossettini sulla sua Renault Twingo che quest’anno ha ottenuto tempi buoni all’Alpi Orientali. Nelle categoria delle auto storiche, in cui si potranno ammirare modelli fino agli anni ‘80, ci saranno alcune formula. La stretta e articolata hillclimb non promette grande velocità sul percorso e tratti non troppo rettilinea ma la difficoltà tecnica nell’affrontarla la rende unica. Sicuramente la diversità segna positivamente questa competizione e si respira tanta passione soprattutto dal colorito pubblico austriaco. 42a Cividale Castelmonte Associazione Sportiva Dilettantistica SCUDERIA RED WHITE Via Borgo Viola 46 – 33043 Cividale del Friuli – Udine Tel/fax 0432 700919 – 333 4660399 c.f. 94095010305 – p.iva 02404890309 scuderiaredwhite.com / info@scuderiaredwhite.com Per quanto riguarda le auto storiche, nel terzo raggruppamento il più veloce è stato l’austriaco Gerlad Glinzer su Porsche 911 Carrera (8’00’’27) mentre nel quinto raggruppamento si è imposto Michael Pauscher (Prs Formula Ford, 8’25’’04). Durante la giornata sono stati ricordati con un minuto di raccoglimento Graziano Fantini, già presidente della Red White, scomparso lo scorso settembre, e i due agenti di Polizia scomparsi a Trieste.

Foto in alto @Alessandro Cossettini

Print Friendly, PDF & Email