A COLLOQUIO CON ROSA MANNETTA di Giovanni Moschella

Abbiamo intervistato la poetessa e scrittrice Rosa Mannetta, autrice del testo “Storie di vita rubata”.

 Ci  parli dei suoi studi e della sua formazione.

La mia formazione è umanistica: ho una laurea, la maturità scientifica, il liceo delle scienze umane e sono operatrice interculturale.

E’ autrice di numerose liriche, qual è quella che la rappresenta maggiormente?

Tra le tante liriche che ho scritto, quella che mi rappresenta è “La sera”. Quando la sera cala, la serenità ci assale e sono legata a questa atmosfera, direi “serale”. 

Il suo ultimo libro si intitola “Storie di vita rubata”, di cosa racconta?

Il mio ultimo libro “Storie di vita rubata”, riguarda le storie di vita vera di persone che vivono con sofferenza, il nostro momento storico. Momento storico, in cui la crisi economica, ci ruba la vita: non sempre possiamo realizzare i nostri sogni. Attualmente, ci sembrano impossibili.

Che cosa ne pensa dei mezzi di comunicazione come il web?

I mezzi di comunicazione come il web, rappresentano l’immediatezza e ritengo che siano efficaci, in quanto si ha la possibilità di raggiungere dei contatti che un tempo erano improponibili.

Ci parli dei suoi interessi e progetti futuri.

I miei interessi futuri riguardano un nuovo romanzo che sto scrivendo per i Monetti Ragusa editori.

Giovanni Moschella

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.