A COLLOQUIO CON VINCENZO CERASUOLO di Giovanni Moschella

Abbiamo intervistato il poeta Vincenzo Cerasuolo, vincitore di tanti premi di poesia e molto conosciuto ed apprezzato anche al di fuori della Campania.

Da tempo insieme a diversi colleghi, organizza il Premio Marilianum, quale l’obiettivo.

Premio “Marilianum” è ormai arrivato alla XI edizione ed è in preparazione la XII.

Lo scopo è quello di portare alla luce i poeti mariglianesi e farli confrontare con i tanti già affermati e non di altri paesi. È anche un incontro di amici che si ritrovano grazie alla poesia.

E’ autore di libri di poesia e  ha scritto numerose liriche tutte pluripremiate, qual è quella che la rappresenta maggiormente?

È vero, sono tante le poesie da me scritte e spesso sono state premiate, ma quelle a cui tengo molto sono più di una. Ne posso citare qualcuna : Ll’angiulillo, ’A casa, Vurria, Ll’urdema vota mi hanno dato molte soddisfazioni, ma per alcuni io sono il poeta de ’A carcioffola.

 

Da diversi anni scrive poesie ed è conosciuto anche in ambito nazionale, che cosa consiglierebbe ad un giovane che vuole iniziare a scrivere.

Ai giovani che vogliono iniziare a scrivere posso consigliare di leggere tanto i poeti classici che quelli moderni, così da apprendere stili diversi tra loro e di confrontarsi con gli altri attraverso concorsi, convivi ed incontri, di modo che anche questi ultimi possano conoscere le loro opere.

Che cosa ne pensa dei mezzi di comunicazione come il web?

Il web è stato una vera bomba nell’ambito della comunicazione; ormai tutto si svolge attraverso internet, tutto viene scritto con la videoscrittura ed inviato col computer. Però com’era dolce scrivere o ricevere una lettera, una poesia, una frase con la vecchia, cara penna. Anch’io uso il computer, però ho tanta nostalgia di quei vecchi tempi.

Ci parli dei suoi interessi  oltre la poesia e progetti futuri.

Oggi che sono pensionato dedico un po’ più di tempo alla famiglia ed al volontariato, non tralasciando però la poesia, che, posso dirlo, è la mia vita, la mia valvola di sfogo contro lo stress della vita moderna.

Grazie per la gentile intervista.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.