Al museo di Bergamo sbancano i Dinosauri

museo caffi bergamo

Boom di visite per il Museo di Scienze Naturali Enrico Caffi di Bergamo Alta a soli tre mesi dall’apertura grazie alla mostra sui Dinosauri

Oltre 43mila visitatori in tre mesi: al giro di boa l’Amministrazione comunale di Bergamo traccia un primo bilancio della grande mostra sui dinosauri “Noi abbiamo 100 anni, loro molti di più – Dinosauri al museo” che celebra il centenario del museo di Scienze Naturali Enrico Caffi di Bergamo Alta. Un bilancio che rivela uno straordinario successo di pubblico – che la recente uscita nelle sale cinematografiche del film Jurassic World potrebbe ulteriormente incrementare – per una delle istituzioni culturali più amate dai bergamaschi.

A tre mesi esatti dall’inaugurazione (e ad altrettanti dalla chiusura) ben oltre 43.000 visitatori hanno varcato la soglia (rinnovata a inizio anno) del Caffi, più del doppio dello stesso periodo dell’anno precedente. Il percorso, articolato in 100 tappe consente di visitare tutte le sale espositive con approfondimenti relativi alla fauna preistorica ed alle vicende di specie che si sono estinte in tempi anche recenti.

Interessanti anche le riflessioni sulle fasce d’età del pubblico: a differenza delle aspettative, il pubblico adulto è circa la metà del totale (48.6%), mentre il 27.3% dei visitatori ha un’età compresa tra i 4 ed i 18 e il 10.6% è costituito da studenti in visita scolastica. Il 13.5% di ingressi gratuiti è riferito a bambini inferiori ai 4 anni, insegnanti e disabili con accompagnatori.

I dati sull’affluenza hanno consentito quindi di coprire con largo anticipo le spese per la realizzazione della mostra: allo stato attuale, sono stati incassati oltre 225mila euro, cifra superiore alle spese di allestimento e realizzazione dell’iniziativa sottoposte al Consiglio Comunale alla vigilia della mostra.

Le previsioni per quello che riguarda l’estate sono rosee: il Caffi sta registrando prenotazioni da parte di diversi Centri Ricreativi Estivi e le scuole hanno già avviato prenotazioni per il mese di settembre, al ritorno dalle vacanze estive. Non mancano anche le prenotazioni dall’estero: è di queste ultime ore la prenotazione da parte del College Saint Joseph la Salle presso Lorient, Bretagna (Francia), i cui studenti visiteranno la mostra entro la prossima settimana.

“Un numero così alto di visitatori a metà mostra – sottolinea l’Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo Nadia Ghisalberti – registrano lo straordinario interesse che il Caffi ha saputo creare attraverso le tante iniziative, soprattutto i laboratori dedicati ai più piccoli, organizzate intorno ai dinosauri e agli altri animali estinti. La mostra ha il grande merito, grazie alla spettacolarità delle riproduzioni esposte, di avere avvicinato il pubblico – bambini, giovani, adulti – non solo all’approfondimento scientifico delle collezioni del museo e della storia di dinosauri e animali estinti, ma anche a temi come l’evoluzione delle specie animali e il rispetto dell’ambiente, argomenti molti cari a tutti i musei di Scienze naturali.”

“C’è grande soddisfazione in museo – puntualizza Annalisa Aiello Conservatrice per i Servizi Educativi del museo Caffi – anche per i numeri riferiti ai visitatori che hanno partecipato alle tante proposte culturali offerte durante i fine settimana. In questi tre mesi complessivamente quasi 950 utenti hanno beneficiato in forma gratuita dell’offerta culturale proposta a complemento della mostra. Le iniziative, offerte in collaborazione con l’Associazione Didattica Naturalistica e l’Associazione APPI, hanno previsto visite guidate con approfondimenti diversi per temi e per le fasce di età a cui sono stati rivolti, tra laboratori didattici pensati per i più giovani, appuntamenti con risvolti non solo legati in senso stretto alla paleontologia e iniziative con caratteristiche legate ad ambiti artistici o tecnologici.”

Print Friendly, PDF & Email