ALONSO PROVA LA MCLAREN-HONDA A INDY

alonso

Fernando Alonso ha avuto l’opportunità, in occasione della Rookie Orientation Practice, di tastare per la prima volta il tracciato ovale di Indianapolis, sul quale il 28 maggio prossimo si disputerà la 101esima edizione della 500 Miglia, uno degli appuntamenti automobilistici più attesi al mondo.

Il pilota spagnolo ha potuto così provare la sua la McLaren-Honda del Team Andretti (McLaren svolge soltanto il ruolo di sponsor, mentre il motore è fornito dalla Honda e il telaio dalla Dallara), svolgendo ben 50 giri, in cui ha potuto notare le numerose differenze tra l’Indy e la F1, in primo luogo la presenza di molte più vetture sul tracciato. Alonso ha lamentato anche problemi nel mantenere stabile la vettura nelle 4 curve che compongono il tracciato. Ovviamente l’asturiano dovrà abituarsi ad un genere di guida diverso da quello sviluppato in ben 16 mondiali di F1 a cui ha preso parte, due dei quali chiusi al primo posto (entrambi in Renault).

La notizia della partecipazione di Alonso alla 500 Miglia di Indianapolis ha sconvolto il mondo automobilistico: mai prima d’ ora un campione del suo calibro aveva preso parte ad una competizione oltreoceano. Oltre sicuramente al fascino di una delle gare più antiche al mondo (la prima edizione si è tenuta nel 1911), ha contribuito alla sua decisione di parteciparvi e, di conseguenza, di saltare il GP di Monaco che si tiene nello stesso fine settimana, l’inizio tutt’altro che positivo con la sua McLaren-Honda, nel quale Alonso non è andato oltre una quattordicesima posizione, ritirandosi nelle altre 3 gare.

Francesco Medugno

@ Riproduzione Riservata

Print Friendly, PDF & Email

About Francesco Medugno

26 anni, laureato in Lettere classiche, ama il Moto GP. Scrupoloso e preciso, la sua altra passione è il Cinema. E' giornalista pubblicista. Sta sperimentando nuovi modi di comunicare. https://www.facebook.com/ffranciscake13 Per contatti francescomedugno@wwwitalia.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.