Capolavoro Geko, espugnata Rieti!

Con una gran prestazione corale sconfitta la capolista. Origlio: “Vittoria della consapevolezza”

Una Geko intensa ed orgogliosa piazza il colpo della giornata espugnando il PalaSojourner (67-77), tana della capolista Rieti fin qui imbattuta. Eccezionali i ragazzi di coach Origlio, che dopo una buona partenza erano finiti anche a -15 ma che non hanno mai mollato, rientrando in partita a cavallo dell’intervallo lungo e poi firmando il loro capolavoro nel finale. Quattro giocatori in doppia cifra, Milosevic top scorer con 16 punti.
 
Partenza fulminante della Geko, con Sperduto che sembra iniziare esattamente da dove aveva lasciato domenica scorsa: 8-0 firmato interamente dalla guardia romana e la capolista è costretta al time out dopo appena 2 minuti. Righetti manda in campo Paci, la Real Sebastiani sigilla la difesa e sul contropiede costruisce la sua rimonta trovando prima la parità a quota 12 e poi un vantaggio di 6 lunghezze capitalizzato sull’asse Traini-Ndoja (20-14 al 7’). Un +6 che diventa +9 in prossimità della sirena con 3 liberi trasformati dallo stesso Traini.

Rieti è scatenata, quando si riparte infila due triple di fila con Loschi e Ndoja e allunga ancora mentre Sant’Antimo, al 12’, ha già registrato 10 falli di squadra (3 di Cantone) e 7 perse. E’ un momento importante, bisogna resistere alla mareggiata, cinque punti di Sergio tengono viva la Geko ma al 16’ la capolista è ancora a +14 (39-25) e coach Origlio deve chiedere time out. Gli ospiti non vogliono mollare, fanno 8-0 alla ripresa del gioco con Sergio protagonista (39-33 a1 19’), e poi con 2 liberi di Ratkovic chiudono il primo tempo sul -7 (42-35).
Quando si riparte si rivedono subito Traini e Ndoja ma Sant’Antimo tiene botta orgogliosamente e va addirrittura ad impattara a quota 48 al 24’ con Milosevic e Sergio bravi a creare e sfruttare mis-match.  Si torna anche in vantaggio con un triplone di Dri (48-51, 12-0 Geko), un margine conservato con tenacia fino al 29’, quando Rieti rimette la testa avanti (56-55) con Loschi. Il finale di parziale è concitato, sul 57-57 viene fischiato il 3’ fallo a Sergio, Origlio protesta e arriva anche un tecnico capitalizzato dalla squadra di casa con i liberi del 59-57.
Il primo canestro del 4’ periodo lo realizza l’ex Provenzani, Milosevic gli risponde in penetrazione poi dopo tanti errori su entrambi i fronti è Carnovali a piazzare la tripla del 61-62 quando si è appena entrati nel 34’ minuto. Sospensione per Righetti,  raini e Casini sbagliano la risposta e Milosevic allunga ancora punendo l’ennesimo cambio difensivo. E’ un momento topico, Carnovali lo consacra con una seconda tripla incredibile (61-67 a 4’) poi è Cantone a recuperare un pallone prezioso e a trasformarlo nel +8 a 3’27 dalla sirena. Subito dopo arriva anche il 5’ fallo di Sergio, ma Sant’Antimo è sul pezzo mentre Rieti inizia a tremare: Cena sbaglia un libero, Vangelov fa 2/2 e a 2’30 è 62-71. Punteggio confermato un minuto dopo, con Rieti che sbaglia tutto il possibile e la Geko che ruggisce in difesa. Gli ultimi squilli sono di Dri  e Milosevic, finisce 67-77 e per Cantone e compagni è un trionfo vero, di quelli da ricordare. La strada è lunga, ma la Geko Sant’Antimo c’è!



Le parole di coach Origlio: “Sono ovviamente contentissimo per questa vittoria, contento per i ragazzi, per la proprietà e per i nostri tifosi, che non possono starci vicini in questa fase ma che sono convinto sapranno godersi questo successo così prestigioso. Abbiamo fatto la partita che volevamo fare, contro una squadra con il potenziale di Rieti, che segna 87 punti a partita, sapevamo che la chiave sarebbe stata la difesa e i ragazzi sono stati quasi perfetti, anche nel reagire nei momenti di difficoltà. Con Pozzuoli era stata la vittoria della fiducia, questa è stata la vittoria della consapevolezza, di quello che siamo e di quello che possiamo ancora fare lavorando bene come abbiamo fatto in queste settimane”.

REAL SEBASTIANI RIETI 67
GEKO SANT’ANTIMO 77
(25-16, 42-35; 59-57)
RIETI: Traini 16, Casini 4, Loschi 10, Ndoja 23, Di Pizzo; Provenzani 5, Diomede 4, Cena 4, Paci 1. N.e.: Sornoza, Formighetti, Kader. All.: Righetti.
GEKO: Cantone 6, Dri 12, Sperduto 14, Sergio 13, Vangelov 8; Sabbatino, Ratkovic 2, Carnovali 6, Milosevic 16, De Marca. N.e.: De Meo, D’Aiello. All.: Origlio.
ARBITRI: Occhiuzzi e Schiano di Zenise.
NOTE – Tiri liberi: Rieti 25/31, Geko 13/18. Usciti per 5 falli: Sergio e Traini.

Print Friendly, PDF & Email