Com’era…com’è, vince il concorso De Agostini una scuola di Caserta

scuole

Un tripudio di grembiulini blu ha riempito stamattina la sala Ripa del complesso monumentale dell’ex-carcere borbonico di Avellino. I bambini campani hanno raggiunto il capoluogo irpino per ricevere un assegno di 2500 euro per le dotazioni scolastiche. A vincere il concorso nazionale, dimostrando sensibilità e competenza rispetto ai temi ambientali, oggetto del bando, sono stati i bambini della scuola primaria “De Filippo” di San Nicola la Strada (CE): era facile riconoscerli perché esibivano una vistosa coccarda rossa sul grembiulino.

Il progetto, nato dalla collaborazione della nota casa editrice di Novara con l’etologo Gianni Ravazzi, autore di numerosi saggi sul comportamento animale e sul mondo vegetale, ha dato vita a una gara virtuosa in cui i più giovani si sono sfidati nella conoscenza dell’ambiente naturale. Ad organizzare la mattinata la Scuola Primaria Cipolletti di Avellino e Montoro, da vincitrice della scorsa edizione del premio, diretta da Gaetano Criscitiello.

Ad accogliere i bambini il vice presidente della Regione Campania e assessore regionale all’ambiente, Fulvio Bonavitacola, insieme ai rappresentanti degli enti patrocinanti: i consiglieri della Provincia di Avellino, Girolamo Giaquinto, Raffaele Guariniello e Antonio Mercogliano (rispettivamente consigliere e assessore del Comune di Montoro) e Antonio Mercogliano, sindaco di Pago Vallo Lauro; l’assessore del Comune di Caserta e insegnante della scuola vincitrice, Maria Natale. A portare i loro saluti anche le referenti della De Agostini, Barbara Iacovino e Ariana Trabattoni che, insieme a Giulia Galli, referente della Dracma Educational, organizzatrice del Premio, hanno consegnato alla presenza del vice presidente della Regione Campania, l’assegno simbolico ai bambini. Anche l’architetto Raffaele Troncone, capo delegazione FAI di Avellino, ha rivolto ai bambini un pensiero in favore della tutela ambientale. La dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Avellino, Rosa Grano, ha concluso con un caloroso messaggio agli alunni.

Ma, premio a parte, il clou della mattina è stata la lezione di Gianni Ravazzi. Lo studioso ha saputo incantare con le sue storie sull’ambiente i giovani alunni, pronti a rispondere a tutte le domande che ha posto loro su ciò che possiamo fare per dare una risposta allo stato in cui il pianeta è ridotto. Dietro le manine alzate per partecipare al dialogo aperto da Ravazzi c’era un bel percorso di consapevolezza compiuto da questi piccoli.

Raggiante la vulcanica responsabile della scuola Cipolletti, Emilia Sica che, da buona padrona di casa, è stata orgogliosa di potere ospitare questi bambini.

@Riproduzione riservata WWWITALIA

Print Friendly, PDF & Email

About Eleonora Davide

IL DIRETTORE RESPONSABILE Giornalista pubblicista, è geologa (è stata assistente universitaria presso la cattedra di Urbanistica alla Federico II di Napoli), abilitata all’insegnamento delle scienze (insegna in istituti statali) e ha molteplici interessi sia in campo culturale (organizza, promuove e presenta eventi e manifestazioni e scrive libri di storia locale), che artistico (è corista in un coro polifonico, suona la chitarra e si è laureata in Discipline storiche della musica presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino). Crede nelle diverse possibilità che offrono i mezzi di comunicazione di massa e che un buon lavoro dia sempre buoni risultati, soprattutto quando si lavora in gruppo. “Trovo entusiasmante il fatto di poter lavorare con persone motivate e capaci, che ora hanno la possibilità di dare colore e sapore alle notizie e di mettere il loro cuore in un’impresa corale come la gestione di un giornale online. Se questa finestra sarà ben utilizzata, il mondo ci apparirà più vicino e scopriremo che, oltre che dalle scelte che faremo ogni giorno, il risultato dipenderà proprio dall’interazione con quel mondo”.