Coronavirus. Attivo il sostegno psicologico dell’Ausl Romagna

Psicologia

Partono anche in altri comuni d’Italia i servizi di assistenza psicologica

Sono oltre quaranta le persone che da lunedì scorso si sono rivolte al servizio di Sostegno Psicologico attivato dall’Azienda sanitaria della Romagna per affrontare questo eccezionale e inedito periodo di emergenza. Un servizio rivolto a tutti ma in particolare agli operatori sanitari, in prima linea nell’affrontare i percorsi di cura ed assistenza alle persone affette da Covid-19, alle persone risultate positive al virus e attualmente in regime di isolamento domiciliare oltre ai famigliari dei pazienti e in più generale a tutti gli uomini e le donne che comprensibilmente vivono con particolare allarme e difficoltà la situazione che il Paese sta affrontando. Di queste 43 persone che hanno telefonato o si sono messe in contatto attraverso Skype con gli operatori dell’Ausl Romagna, circa la metà (20) sono del territorio di Rimini (mentre 14 di Ravenna e 9 dell’area di Forlì Cesena), di cui 8 operatori sanitari e 12 tra cittadini, uomini e donne in quarantena, famigliari. “L’Azienda ci ha informato che parte dei contatti nasce dalla necessità di avere informazioni e suggerimenti su come contenere il disagio – spiega l’assessore al welfare Gloria Lisi – in alcuni casi si risolve tutto con un colloquio singolo, ma nella maggioranza dei casi è stato suggerito un monitoraggio periodico e anche attivazione di servizi di supporto. Siamo tutti al cospetto di una situazione complicata da gestire e sapere di poter avere una rete di sostegno per affrontare questa quotidianità stravolta è importante per tenere duro e guardare insieme avanti con speranza. Penso in particolare agli operatori sanitari, ai medici, infermieri, personale, costantemente in prima linea, senza orari e senza soste, a cui tutti dobbiamo essere infinitamente grati. Così come ringrazio di cuore i tanti operatori che si stanno mettendo al servizio della cittadinanza e in particolare di quelle fasce di popolazione più esposte e vulnerabili. Un abbraccio a distanza che voglio ampliare ai volontari di Auser che si occupano della spesa a domicilio, a quelli della Croce Rossa impegnati nella distribuzione dei farmaci, alla Caritas che consegna pasti caldi a domicilio alle persone maggiormente in difficoltà. Servizi pensati per limitare al minimo gli spostamenti e seguire l’indicazione che da giorni andiamo ripetendo: dobbiamo stare a casa. La battaglia che stiamo combattendo contro questo nemico invisibile sta mostrando quanto la nostra comunità possa essere solida, coesa e solidale, valori indispensabili per uscire da questa fase più forti di prima”.

Il servizio di sostegno psicologico dell’Ausl Romagna è attivo, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 16: RIMINI tel. 366 5069159, email psicologia.emergenza@auslromagna.it.

Print Friendly, PDF & Email