Cucina internazionale: Knödel tirolesi in brodo allo speck di Maria Teresa De Donato

I knödel, conosciuti in Italia come ‘canederli’ sono un piatto tipico tirolese, che potremmo definire ‘contadino’, che può essere preparato in vari modi.

Oggi ci occuperemo dei knödel in brodo allo speck.

Gli ingredienti e le dosi consigliati per 4 persone sono i seguenti:

  • 300 gr. di pane indurito
  • 150 gr. di speck affumicato
  • 100 gr. di salame
  • 1 cipolla
  • 3-5 uova
  • ¼ lt. di latte
  • 1-2 cucchiai di olio
  • 1-2 cucchiai di burro
  • 2 cucchiai di prezzemolo
  • Sale (*), pepe, maggiorana, noce moscata ed erba cipollina quanto basta e a seconda dei propri gusti.

(*) NOTA: Sia lo speck sia il salame contengono già un abbondante quantitativo di sale per la loro conservazione, quindi l’aggiunta di altro sale nella preparazione dei knödel potete anche evitarla.

Preparazione:

Tagliare separatamente a dadini il pane indurito, il salame e lo speck. Tritare cipolla, prezzemolo (si consiglia di utilizzare quello fresco e non quello polverizzato già confezionato) ed erba cipollina.

In una padella mettere 1-2 cucchiai di burro ed aggiungere subito 1-2 cucchiai di olio per evitare che il burro bruci. Aggiungere la cipolla tritata. Quando questa sarà ‘appassita’, aggiungere contemporaneamente speck e salame tritati. Far soffriggere il tutto al punto giusto continuando a girare con una cucchiarella di legno onde evitare che si bruci.

Nel contenitore (in ceramica, vetro, acciaio o plastica) dove nel frattempo sarà stato messo il pane secco tagliato a dadini, versare il soffritto di salame, speck e cipolla.

Aggiungere il prezzemolo tritato, sale e pepe, noce moscata, maiorana, 3-5 uova intere e ¼ lt. di latte.

Impastare tutto con le mani. Lasciare riposare il tutto per una ventina di minuti in modo tale da consentire agli ingredienti di amalgamarsi bene tra loro.

Con l’impasto preparare poi delle ‘polpette’ (canederli) di medie dimensioni bagnando regolarmente le mani con acqua fresca messa in un recipiente tenuto a portata di mano.

Preparare il brodo e, quando questo inizierà a bollire, gettare uno alla volta i canederli e farli cuocere per circa 15 minuti.

Servirli caldi con l’aggiunta dell’erba cipollina tritata.

Buon appetito!

Print Friendly, PDF & Email

About Maria Teresa De Donato

Romana di nascita, dopo aver studiato lingue straniere e giornalismo in Italia, si è trasferita negli USA dove vive da oltre 25 anni ed ha ultimato i suoi studi giornalistici presso l’American College of Journalism e conseguito le lauree Bachelor, Master e Dottorato di Ricerca in Salute Olistica presso Global College of Natural Medicine, specializzandosi in Omeopatia Classica, Ayurveda e Medicina Tradizionale Cinese. Un’appassionata blogger, dal 1995 ad oggi ha collaborato con varie riviste, giornali e periodici in qualità di giornalista freelance. Scrittrice eclettica, olistica e multidisciplinare è anche autrice di numerose pubblicazioni, tra cui due romanzi. I suoi libri sono disponibili su tutti i canali di distribuzione Amazon, librerie incluse.