Deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Una svolta grazie al brevetto Uniteramo

università di Teramo

Porta anche la firma di Claudio D’Addario – biologo molecolare dell’Università di Teramo – un brevetto per la diagnosi e per il monitoraggio dell’efficacia del trattamento del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) in soggetti umani, che sarà presentato a Milano dal 6 all’8 maggio in occasione di InnovAgorà, la prima piazza dei brevetti della ricerca e dell’innovazione tecnologica italiana.

La manifestazione è promossa dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca (Miur) ed espone una selezione di 170 brevetti scelti tra le migliori tecnologie prodotte da università ed enti di ricerca italiani.

L’invenzione, firmata Università di Teramo, cotitolari l’Istituto Superiore di Sanità e la Sapienza Università di Roma, consiste in una tecnica che permette lo sviluppo di un semplice test diagnostico ‒ un tampone buccale su soggetti di età compresa tra 6 e 14 anni ‒ per la conferma di diagnosi, oppure prognostico per valutare la suscettibilità a un miglioramento dei sintomi ADHD.

Print Friendly, PDF & Email