“Esplorare leggendo”, la premiazione questa mattina ad Avellino

Libri

Si è svolta stamattina, presso la sala Ripa del Carcere Borbonico di Avellino, la premiazione del Concorso “Esplorare leggendo” di Dracma Educational

La scuola premiata è la paritaria E.C.S. “G.Cipolletti” di Avellino e Montoro. Sono intervenuti alla manifestazione il consigliere provinciale Girolamo Giaquinto, Antonio Mercogliano Sindaco di Pago e consigliere provinciale, Raffaele Guariniello, Assessore alla cultura del Comune di Montoro, Gaetano Criscitiello, professore e direttore didattico scuola Cipolletti, Emilia Sica responsabile della scuola Cipolletti, la dottoressa Rosa Grano Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Avellino, la dottoressa Giulia Galli dirigente Dracma. Ha moderato l’incontro la giornalista Eleonora Davide.

Quello di stamattina è: “La celebrazione dell’incontro tra due mondi diversi, quello delle istituzioni e quello dell’educazione e formazione di giovanissimi studenti.” Così Eleonora Davide definisce l’appuntamento in cui la scuola Cipolletti riceve il premio dedicato alla lettura.

Il tema scelto per concorrere è stato Il genio di Leonardo da Vinci e questo per due motivi: il primo è l’anniversario dei 500 anni dalla morte del grande genio, il secondo è il gemellaggio tra Montoro, sede della scuola, e la frazione Apparita del Comune di Vinci.

La presentazione inizia con la proiezione del video che i bambini hanno prodotto; un video che, sin dall’inizio, si mostra molto diverso da quelli che siamo abituati a vedere poiché illustra l’opera di Leonardo sia in lingua inglese che in italiano.

Una delle caratteristiche innovative della scuola Cipolletti è, infatti, lo svolgimento dei programmi in lingua inglese.

Nel video i bambini spiegano come hanno eseguito i disegni, alcuni con la tecnica del Pointillisme,  mostrano come si siano cimentati nella costruzione di una piccola catapulta e raccontano alcune tra le opere più famose di Leonardo tra cui il Cenacolo e la Donna con l’ermellino. I bambini continuano a mostrare alla platea grande padronanza di linguaggio e comunicazione quando sono chiamati a spiegare i libri che hanno letto, mettendo in evidenza una frase che è stata per loro di particolare insegnamento. Così vengono fuori nomi importantissimi che onorano l’intelligenza dei bambini come quella di uomini e donne del passato. Albert Einstein, Montessori, Charles Darwin, Frida Kahlo, Mozart, Galileo Galilei, per continuare con libri sulla natura, come gli insetti e i felini, e terminare con il famoso Libro dei perché.

Un progetto, quindi, che ha innanzitutto messo in risalto quanto sia importante la lettura per aprire la mente.

Girolamo Giacinto

Girolamo Giaquinto

Girolamo Giaquinto precisa che la scelta di ospitare la premiazione presso la sala in cui si svolgono le funzioni di maggiore caratterizzazione istituzionale non è un caso, perché la sua importanza è proporzionale al lavoro che è stato fatto dalla scuola.

La Cipolletti ci ha abituato a ricevere premi e questo non è tanto legato al valore di ricevere un premio in sé quanto, piuttosto, alla dimostrazione della capacità della scuola di essere al passo con i tempi. Quindi il ringraziamento è reciproco perché assistere a manifestazioni come queste significa toccare con mano obiettivi che, alla nascita del progetto, sembravano una lontana chimera. Oggi siamo tutti onorati di poter concretizzare i risultati ottenuti da un’intuizione felice di Emilia Sica. Voglio anche sottolineare la competenza delle insegnanti e mi auguro che il nostro impegno quotidiano possa essere utile a far crescere le nuove generazioni.”

Antonio Mercogliano

Antonio Mercogliano

Antonio Mercogliano si dice molto soddisfatto di un’opera meritoria che  consente a chi amministra ogni giorno la cosa pubblica di guardare con moderato ottimismo al futuro, perché “sapere che i bambini siamo capaci di fare tutto ciò che abbiamo visto, mi fa ben sperare che il capitale umano su cui investire sia veramente tanto ed è una sensazione positiva.”

Continua dicendo che la Cipolletti, con i suoi bambini, rappresenta un’eccellenza e di come la lettura sia fondamentale per stimolare la loro intelligenza, la loro curiosità e, per tutto questo, conclude il suo intervento ringraziando soprattutto i giovanissimi studenti.

Raffaele Guariniello

Raffaele Guariniello

Raffaele Guariniello racconta di come sia stato contento per il tema scelto.

Montoro, più precisamente la frazione Borgo, è sede del santuario di San Pantaleone dove ogni anno, il 26 luglio, si celebra la festa patronale. Racconta della sua bellissima esperienza di quando nel 2016 si è recato, con la comunità di Borgo, a Vinci per il gemellaggio. Quest’anno sarà presente anche una delegazione della frazione di Apparita che darà, fra l’altro, la possibilità di trasmettere in 3D le opere di Leonardo custodite presso il Museo di Vinci.

Un traguardo importante questo Premio perché ci proietta in una dimensione diretta e globale.”

Gaetano Criscitiello

Gaetano Criscitiello

Il direttore didattico Gaetano Criscitiello basa il suo intervento sul concetto di “contenuto” spiegando l’importanza di ricerca e innovazione didattica e sociale.

La nostra scuola è stata sempre, come avete visto dalle immagini, fondata sulle emozioni. La didattica innovativa sii svolge nel dare ad ogni bambino la coscienza di una propria storia, unita ad un proprio processo.

Insieme alle insegnanti che seguono costantemente questa mia indicazione di carattere pedagogico si è riusciti a dare all’esperienza il significato di alterità. Lo studio non è singolare ma plurale, ogni bambino vive per l’altro e la regola viene concepita come momento di creatività e di ricerca sia sul piano sociale che sul piano degli interventi.

Storia e geografia non sono studiate sul sussidiario ma sul modo in cui i bambini vivono costantemente le esperienze che, giorno per giorno, arrivano dall’esterno.

La lettura diventa anche un momento di esplorazione alla ricerca di contenuti, attraverso un pensiero divergente e una costante e continua discussione all’interno della scuola, cercando di raggiungere un punto di vista civico e sociale. Questa è l’impronta della scuola Cipolletti che vive la realtà al di là del concetto linguistico e cerca soprattutto un’azione di carattere europeo.

Far vivere il bambino in una nuova civiltà significa proiettarlo in un segmento certamente non solo logistico, legato alle tradizioni della propria terra, ma ad un principio molto più grande che è quello dell’Europa.”

È molto emozionata Emilia Sica nel dare il suo saluto. Riesce solo a ringraziare innanzitutto i bambini e i genitori che le hanno consentito di portare avanti le sue idee.

Rosa Grano

Rosa Grano

Anche Rosa Grano si rivolge ai bambini perché loro è il merito di “partecipare per vincere”. Devono sapersi misurare e cercare sempre di avere successo nella vita. “Il merito di questi bambini è quello di vivere le esperienze di studio e di progetto con grande senso di responsabilità. Loro si divertono con creatività mettendo in campo la loro intelligenza, accorgendosi dell’azione condivisa di un metodo innovativo, si muovono all’interno di un’unica regia con il loro ruolo ma con un’importanza collettiva. Questo significa creare anche presupposti per una convivenza democratica. Dobbiamo ringraziare anche le insegnanti perché la scuola la fanno le insegnanti e il plauso va a loro che vivono la quotidianità coi bambini.”

Per Rosa Grano questo è stato un premio particolarmente impegnativo perché è un premio che costringe a leggere e qui sottolinea la necessità di tornare alla lettura perché è vero che la tecnologia è importante ma la troppa tecnologia fa perdere l’abitudine a riflettere e pensare. È necessario, quindi, riscoprire il valore di un libro.

Conferisce il premio ai partecipanti Giulia Galli della Dracma Educational. Nel suo intervento premette di sentirsi quasi a casa sua dati i frequenti incontri per le premiazioni ma, nello stesso tempo, precisa che la conoscenza in questo caso non conta perché esiste una giuria nazionale a cui si propongono i lavori dei partecipanti. La Dracma Educational si occupa dei progetti educativi finanziati per le scuole. Gli sponsor di questo premio sono il National Geographic e la casa editrice White Star che fanno cultura e hanno deciso chi è il vincitore.

Oggi i premi sono due: uno è la fornitura della biblioteca scolastica Esplorare il genio perché incentrata sul valore della scienza e dell’arte nonché sulle grandi scoperte e l’altro è un finanziamento di 1000 euro che premia la Cipolletti perché è stata la scuola che ha partecipato con maggiore adesione investendo nell’acquisto di libri. Sarà la scuola a decidere come utilizzare questo finanziamento.”

Conclude il suo intervento dicendo ai bambini che ogni giorno, studiando e leggendo, la scuola vince.

Maria Paola Battista

@riproduzione riservata WWWITALIA.EU

 

 

Print Friendly, PDF & Email

About Maria Paola Battista

Amo ascoltare, leggere, scrivere e raccontare. WWWITALIA mi dà tutto questo. Iniziata come un’avventura tra le mie passioni, oggi è un mezzo per sentirmi realizzata. Conoscere e trasmettere la conoscenza di attori, artisti, scrittori e benefattori, questo è il giornalismo per me. Riguardo ai miei studi, sono sociologa e appassionata della lingua inglese, non smetto mai di studiare perché credo che la cultura sia un valore. Mi piace confrontarmi con tutto ciò che è nuovo anche se mi costa fatica in più. Difetti? Non ho una buona capacità di guardarmi intorno e, strano a comprendere forse, non sono molto curiosa! Grazie ai lettori di WWWITALIA per l’attenzione che riservano ai miei scritti e mi auguro di non deluderli mai. mariapaolabattista@wwwitalia.eu