FRANKENSTEIN A GENOVA

28 aprile frankestein

Celebrazioni per il bicentenario di Frankenstein

Non tutti sanno che Mary Shelley, la creatrice di Frankenstein, ha abitato per un certo periodo a Genova, per la precisione ad Albaro.

La creatura mostruosa più famosa della letteratura gotica festeggia quest’anno i suoi 200 anni: inventato da Mary Shelley nel 1817, l’essere deforme che si incrudelisce per disperazione ha modificato l’immaginario occidentale dando origine a tutte le storie di fantascienza moderne fino agli attuali robot, cyborg, replicanti: è infatti il primo essere nato in laboratorio grazie al dottor Frankenstein, appunto.

Per ricordare questa figura fantastica Genova propone, sabato 29 aprile, una maratona di spettacolo e cultura.

Attori, studiosi, musicisti, scienziati a Genova daranno vita a una giornata, ideata da Silvia Neonato e Carla Sanguineti, in cui si parlerà di Mary Shelley e del suo soggiorno in città nel 1822/23: si leggeranno parti dei suoi scritti ed effettueranno esperimenti scientifici in voga all’epoca e visti dalla Shelley a Londra, esperimenti che la ispirarono, neppure ventenne, per la sua creatura non nata da donna.

Momento clou della giornata il convegno a Palazzo Tursi, a ingresso libero, che dalle 16 in poi (preceduto da un laboratorio scientifico-mostruoso per adulti e bambini) propone interventi di Umberto Basevi, Nadia Robotti, Margaret Rose e Giuseppe Sertoli, che illustreranno il percorso di Frankenstein a teatro, in letteratura, al cinema e nella scienza. Prima degli interventi, sulle scale del palazzo l’attrice Susanna Salvi e il poeta Angelo Tonelli, nei panni di Mary e Percy Shelley, leggeranno passi delle loro opere, accompagnati dagli allievi del Liceo musicale Pertini.

Per conoscere i luoghi legati alla storia di Frankenstein verranno anche proposte due visite guidate, a pagamento, curate dall’Associazione Genova Cultura: una dedicata ai luoghi dove ha vissuto Mary Shelley e una, animata e più adatta a famiglie con bambini, che racconta la storia di Frankenstein.

PROGRAMMA

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.