Gli accoppiamenti delle coppe europee

calcio

Olanda e Inghilterra digrignano i denti per ostacolare i percorsi delle due big italiane verso le finali di Madrid e Baku: Ajax per i bianconeri, Arsenal per i partenopei. Sorteggio favorevole o proibitivo? Facile a scriversi, difficile nel pronostico: se per gli uomini di Allegri l’unico spavento è costituito dalle mirabili gare disputate dai lancieri contro i campioni uscenti della Champion’s League, i madrileni dell’ex Solari ed ora affidati nuovamente alla guida del “capace” Zidane. Una sconfitta in casa, con grandi rimpianti per clamorose occasioni sfumate e capolavoro al Bernabeu, mettendo sotto, senza attenuanti, una squadra ormai allo sbando, seppellendola sotto quattro reti. La velocità e la spensieratezza dei giovani allenati da un altrettanto audace Erik Ten Hag, ex calciatore della compagine olandese, che sta suscitando interesse da più parti, sono le uniche armi vincenti del team dei tulipani. Allegri, ormai una volta studiati gli avversari, ne mette a fuoco i difetti e su queste lacune costruisce le vittorie, anche a dispetto dei fanatici del bel calcio.

Sul fronte Europa League, Ancelotti ha il dovere di cancellare un brutto ricordo che accompagna gli ultimi precedenti con i “Gunners”: risalgono ad ottobre e dicembre del 2013, con una sconfitta per due a zero all’Emirates Stadium, ed una vittoria degli azzurri, con lo stesso risultato a Napoli, ma nonostante i dodici punti raccolti in classifica, non risultarono sufficienti per passare agli ottavi, che vennero assegnati agli inglesi. Pertanto sarà necessario avere in splendida forma la coppia centrale difensiva, con Koulibaly ed Albiol (o non riuscirà a riprendersi per quella data?) sugli scudi, e trovare Insigne e Mertens (o Milik, goleador di Coppa) veloci come gazzelle per sfruttare al meglio il contropiede. Non dovrà tralasciare, il tecnico di Reggiolo, la presenza sul versante inglese di Ramsey,centrocampista di valore, che il prossimo campionato di serie A lo vedrà vestire la maglia bianconera della Juventus…Tutto è in discussione, e volendo vedere oltre, le semifinali sono già predisposte, nel senso che è stato costituito il tabellone dei quarti, per cui, in caso di vittoria, la Juve incontrerebbe la vincente di Manchester United – Barcellona e potrebbe essere definita già la finale, in quanto dall’altra parte del tabellone, la probabile semifinale Liverpool- Manchester City darebbe, forse la possibilità ad una delle due inglesi fare l’accoppiata Campionato – Champion’s. In casa partenopea, il superamento dei quarti la vedrebbe opporsi alla vincente di Villareal-Valencia, e il desiderio di incontrare il Chelsea di Sarri, nell’eventuale finale, passerà attraverso il confronto con il team allenata da Emery, quel tecnico che anche il De Laurentiis aveva inseguito prima di affidarsi ciecamente, e bene, a Re Carlo. Anche questo duello, che darà la conferma al Presidente di aver effettuato la scelta giusta, sarà il pizzico di sale che renderà più effervescente i match contro gli inglesi, il tutto per poter trascorrere in serenità la Santa Pasqua, quest’anno in arrivo a fine aprile…..

Adriano Mongiello

©Riproduzione riservata WWWITALIA

Print Friendly, PDF & Email