Il Papavero al Salone del libro di Napoli

il papavero

Tanti giovani allo stand della casa editrice Edizioni Il Papavero per le prime due giornate del Salone del Libro e dell’Editoria di Napoli. Scuole di ogni ordine e grado hanno affollato le sale del Castel Sant’Elmo, la suggestiva location che ospita la seconda edizione di Napoli Città Libro.

“Siamo orgogliosi di voi – ha esordito così l’editore Donatella De Bartolomeis che si dice entusiasta dell’attenzione che i giovani hanno saputo manifestare durante le prime due giornate di fiera.

I giovani sono curiosi, vogliono sentire, toccare con mano, scoprire gli odori delle storie in cui scelgono di immergersi.

In un mondo che punta sempre più alle nuove tecnologie dobbiamo riscoprire il valore della carta stampata”.

Diversi gli autori presenti in fiera, pronti rispondere alle domande dei lettori.

Valentina Basile, autrice de “Il Volo del falco”

un dramma teatrale sulla vita di Federico II, uomo giusto è colmo di cultura, che con le sue idee di pace ha resto grande Napoli e tutto il sud Italia. E “Accadde una notte” un romanzo che narra la storia di un mercante, che per una serie di eventi, si ritrova ad accompagnare la moglie nell’atto di donare la vita al loro figlio, in un epoca in cui a gli uomini era proibito assistere al parto.

Daniela Lucoaia presenta la collana di fiabe tradotte dalla lingua rumena. Una collana che mira all’abbattimento delle barriere culturali, avvicinando l’Italia ad un Paese lontano di cui si ignorano le tradizioni e sociali, poiché i libri presentano delle pagine speciali stampate con carattere per ipovedenti e dislessici.

L’avvocato Rosanna Nevola curatrice della collana Ad Maiora, dedicata alla pubblicazione delle tesi di laurea. Un passe-partout per il mondo del lavoro da allegare al curriculum.

Print Friendly, PDF & Email