L’ANGOLO DELLA POESIA di Giovanni Moschella – LA MIA MACCHINA DA SCRIVERE

LA MIA MACCHINA DA SCRIVERE

Rosa Ruggiero

Ti ho riposto

su un comodino,

in una stanza,

vicino al camino.

Eri per me di gran compagnia,

ed in te io mi cullavo,

dal mattino fino a sera

sia per lavoro

che per piacere.

Quanti ricordi

mi ritornano in mente,

lesta battevo i tuoi tasti,

ancor di più,

se un amore finiva,

era rabbia o sconforto non so,

ma in te lo sfogo trovavo,

pure qualche

lacrima sulle tue

lettere a volte ho versato,

quando il destino

avverso appariva.

Poi insieme a te

iniziai a poetare

e i primi versi

a compor mi apprestai.

Ora ti saluto mia cara Olivetti,

tu che il posto hai lasciato

ai nuovi computer,

che son diventati

a noi i prediletti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.