“Luigi Cavalli, dalla ruota degli esposti al Parlamento” di Angela Maria Alberton

museo del risorgimento Vicenza

Presentazione del libro giovedì 9 maggio alle 17.30 all’auditorium del Museo del Risorgimento e della Resistenza

Giovedì 9 maggio alle 17.30 nell’auditorium del Museo del Risorgimento e della Resistenza di Vicenza verrà presentato il libro “Luigi Cavalli. Dalla ruota degli esposti al Parlamento” di Angela Maria Alberton, ricercatrice particolarmente attenta al movimento Risorgimentale in area veneta e autrice di pubblicazioni sulla storia del Risorgimento. Introdurrà l’incontro Emilio Franzina.

Il libro di Angela Maria Alberton delinea la figura di Luigi Cavalli (San Nazario (Vi) 1839 – Vicenza 1924) a 180 anni dalla nascita, noto come garibaldino dei Mille, prima consigliere comunale e provinciale di Vicenza, poi presidente e segretario di numerose associazioni locali e nazionali, deputato e senatore, irredentista e interventista.

Nato dalla relazione clandestina tra la popolana breganzese Lucia Pedon e il conte Francesco Arrigoni, il protagonista di questo libro fugge dal Veneto austriaco per combattere nelle guerre di indipendenza nazionale.

Prende parte nel 1860 alla spedizione dei Mille guidata da Garibaldi per la liberazione della Sicilia e del Napoletano, combattendo a Palermo e al Volturno. Rientrato a Vicenza, partecipa attivamente alla vita amministrativa locale, per poi gettarsi nell’agone politico.

Cavalli è un protagonista attivo dei suoi tempi e intrattiene legami con Giuseppe Garibaldi, Benedetto Cairoli, Alberto Mario, Giuseppe Zanardelli, Francesco Crispi, Gabriele D’Annunzio, e con i concittadini Fedele Lampertico, Paolo Lioy e Antonio Fogazzaro.

Seguendo la sua storia individuale, degna di un romanzo, si ripercorre un’ampia parte della storia d’Italia, dalle lotte per l’unificazione della penisola fino alla prima guerra mondiale e al fascismo.

Il Museo del Risorgimento e della Resistenza di Villa Guiccioli conserva, nella raccolta Luigi Cavalli, interessanti documenti del Risorgimento Nazionale, tra cui alcune lettere e cartoline, fotografie di Cavalli e dei “Mille”, appunti manoscritti, giornali d’epoca e cimeli dell’associazione “Trento e Trieste”.

L’ingresso all’incontro è libero.

Print Friendly, PDF & Email