Massimo Maffezzoli è il nuovo Head Coach della Sidigas Scandone Avellino

Maffezzoli

È stato presentato questo pomeriggio in conferenza stampa presso il PaladelMauro di Avellino, il nuovo Head coach della Sidigas Scandone, Massimo Maffezzoli.

Ad aprire la conferenza è Nicola Alberani il quale precisa che Maffezzoli  è stato scelto non perché si sia voluto affidare la squadra all’assistente allenatore ma perché convinti che lui possa dare, per le sue capacità, qualcosa in più.

È una persona che è cresciuta molto e sono convinto che meriti questa opportunità. Un gesto che facciamo con convinzione in quanto davvero pensiamo che abbia le competenze tecniche e umane per interfacciarsi con questo gruppo e accompagnarci nella fase finale del campionato, che speriamo possa essere soddisfacente.

Voglio precisare che perdendo Nenad Vucinic la Scandone perde una delle migliori persone che abbia mai avuto in questi 70 anni di vita e mi dispiace molto che le sue doti personali non siano state apprezzate perché non ce n’è stata l’occasione.

Credo che con un altro allenatore molto difficilmente avremmo avuto i risultati che abbiamo ottenuto quest’anno, come arrivare al secondo posto, considerando tutti i problemi che ci sono stati. Lui con il suo stile molto particolare, quasi unico, ci ha condotti dove era impensabile.”

Coach Maffezzoli ringrazia moltissimo la società per l’opportunità che ha voluto offrirgli.

Già quest’estate, quando ero stato richiesto, ho impiegato pochissimo secondi per accettare in quanto era una proposta che mi aveva davvero gratificato moltissimo. Era una sfida venire qui per una squadra che gioca per le coppe e con tanti obiettivi importanti. Ovviamente oggi diventa una sfida ancora più grande che accetto con entusiasmo e voglia. Con Vucinic abbiamo lavorato bene, non ci sono stati problemi, mi faceva già sentire parte importante nel contesto ma, adesso, ho un grande obiettivo anche perché è la prima volta che mi viene data un’opportunità del genere.

Quando succede quello che è successo, cioè quando uno paga per le colpe di tutti, è chiaro che poi ci si aspetta che tutti abbiano una reazione in termini quantomeno di orgoglio e di grinta. Da questo punto di vista io ho già trovato grande disponibilità nel gruppo nella riunione di stamattina e nell’allenamento. Certo due allenamenti sono pochi per affrontare una squadra come Sassari ma, sicuramente, sono sufficienti per cominciare a segnare una strada che vuole essere un po’ diversa.

La richiesta deve essere di una maggiore aggressività, di una rinnovata energia perché senza di questa ogni proposta diventa vana. La partita contro Sassari potrà essere la migliore o la peggiore nel senso che incontreremo una squadra in grande forma, che viene da due vittorie consecutive importanti, la mano del nuovo coach comincia a vedersi e i giocatori sono più coinvolti; quindi, sarà la migliore perché ci andremo a confrontare con una squadra che forse non occupa la posizione che meriterebbe in classifica e, dall’altra, sarà un ottimo test per capire che strada dobbiamo prendere. I nostri playoff sono già iniziati.

C’erano dei problemi, adesso ripartiamo. Ho cercato di trasmettere ai giocatori che qualsiasi dinamica si fosse venuta a creare non appartiene a questa seconda fase. Ognuno sarà messo in condizioni di giocare, e tutti avranno l’opportunità di dimostrare il loro valore in campo. A tutti è stato chiesto di offrire un approccio propositivo non solo al lavoro ma anche alla vita di gruppo, quindi i prossimi 35 giorni sono importanti per il futuro di tutti. Sono assolutamente fiducioso che tutti si giocheranno le proprie carte per dimostrare di meritare il proprio spazio.”

Maria Paola Battista

@riproduzione riservata WWWITALIA.EU

Print Friendly, PDF & Email

About Maria Paola Battista

Amo ascoltare, leggere, scrivere e raccontare. WWWITALIA mi dà tutto questo. Iniziata come un’avventura tra le mie passioni, oggi è un mezzo per sentirmi realizzata. Conoscere e trasmettere la conoscenza di attori, artisti, scrittori e benefattori, questo è il giornalismo per me. Riguardo ai miei studi, sono sociologa e appassionata della lingua inglese, non smetto mai di studiare perché credo che la cultura sia un valore. Mi piace confrontarmi con tutto ciò che è nuovo anche se mi costa fatica in più. Difetti? Non ho una buona capacità di guardarmi intorno e, strano a comprendere forse, non sono molto curiosa! Grazie ai lettori di WWWITALIA per l’attenzione che riservano ai miei scritti e mi auguro di non deluderli mai. mariapaolabattista@wwwitalia.eu