MELANDRI TRIONFA A PHILLIP ISLAND

A66333D1-4B9F-46F0-B5B6-A6536379861E

Marco Melandri conquista Phillip Island con una incredibile doppietta in sella alla sua Ducati Panigale.

Gli addetti ai lavori e gli appassionati davano quasi per scontato un dominio Kawasaki in Australia, visti i risultati nei test e la supremazia degli ultimi anni. Tuttavia, Macho Melandri ha messo il bastone fra le ruote al team in verde.
In gara 1 il ravennate è partito terzo e ha condotto la sua moto alla vittoria senza prendersi grossi rischi, ma in gara 2 ha regalato uno spettacolo incredibile gli spettatori.
Nella seconda manche c’è stato un cambio obbligatorio delle gomme a metà gara per motivi di sicurezza, per via dei problemi alle mescole riscontrati da Pirelli. Tutto ciò ha creato scompiglio nel pieno della corsa, Melandri grazie alla sua prudenza è restato nelle posizioni che contano e al momento giusto ha impresso il suo ritmo per portarsi in testa. Jonathan Rea non è stato da meno e ha tentato di difendere il suo status di campione. Da lì è iniziato un duello serrato fino all’ultimo giro, un continuo di sorpassi e contro sorpassi tra il pilota italiano e l’inglese. La gara è finita al fotofinisch Melandri che taglia il traguardo con qualche centimetro di distacco sulla Kawasaki di Rea.

Dopo un periodo difficile della sua carriera e della sua vita Melandri torna a trionfare, confermandosi l’italiano più titolato della categoria.

Il grande assente in gara 2 è stato Chaz Davies che ha perso l’anteriore della sua Ducati finendo prematuramente la sua corsa nella ghiaia, nessuna conseguenza fisica per il pilota.
Mentre Xavi Fores completa il podio con la Ducati del Barni Racing Team.

Si conclude così la prima tappa del mondiale, la prossima è tra il 23 e il 25 di marzo in Tailandia.

Risultati gara 1 e gara 2

Print Friendly, PDF & Email

About Flavio Uccello

Ha 25 anni, giornalista pubblicista, consulente assicurativo e finanziario per Generali Italia. Oltre a trattare argomenti di natura socioeconomica, ha una smodata passione per i motori e il motorsport di cui scrive diffusamente nelle nostre rubriche. Ama leggere ed è molto curioso. Ha una gran voglia di comunicare con il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.