Parigi, al Petit Palais la tela di Luca Giordano proveniente da Palazzo Chiericati

237448-img-20191108-wa0011
Nei giorni scorsi la grande tela di Luca Giordano “Enea reso immortale da Venere”, di proprietà dei Musei civici di Vicenza collocata nel salone d’onore di Palazzo Chiericati, è stata esposta al Petit Palais a Parigi dove il 12 novembre aprirà la mostra “Luca Giordano (1634-1705). Le triomphe de la peinture napolitaine”.
L’esposizione parigina, che si concluderà il 23 febbraio 2020, verrà trasferita a Napoli, al Museo di Capodimonte che accoglierà anche l’opera vicentina.
Venerdì 8 novembre il direttore del servizio Attività culturali e museali Mauro Passarin, a Parigi per accompagnare l’opera, ha incontrato il direttore del Petit Palais Christophe Leribault: “E’ stata un’occasione di incontro importante durante la quale il direttore Leribault ha ribadito l’intenzione di proseguire la collaborazione con Vicenza ringraziando per l’importante prestito”.
Finchè la tela di Giordano sarà a Parigi e poi a Napoli, a Palazzo Chiericati si potrà ammirare l’olio su tela “Bagno di Diana” di Francesco de Rosa detto Pacecco (Napoli 1607-1656) proveniente dal Museo di Capodimonte che è stato collocato all’interno della cornice del dipinto di Giordano, rimasta in città.
Print Friendly, PDF & Email

About Eleonora Davide

IL DIRETTORE RESPONSABILE Giornalista pubblicista, è geologa (è stata assistente universitaria presso la cattedra di Urbanistica alla Federico II di Napoli), abilitata all’insegnamento delle scienze (insegna in istituti statali) e ha molteplici interessi sia in campo culturale (organizza, promuove e presenta eventi e manifestazioni e scrive libri di storia locale), che artistico (è corista in un coro polifonico, suona la chitarra e si è laureata in Discipline storiche della musica presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino). Crede nelle diverse possibilità che offrono i mezzi di comunicazione di massa e che un buon lavoro dia sempre buoni risultati, soprattutto quando si lavora in gruppo. “Trovo entusiasmante il fatto di poter lavorare con persone motivate e capaci, che ora hanno la possibilità di dare colore e sapore alle notizie e di mettere il loro cuore in un’impresa corale come la gestione di un giornale online. Se questa finestra sarà ben utilizzata, il mondo ci apparirà più vicino e scopriremo che, oltre che dalle scelte che faremo ogni giorno, il risultato dipenderà proprio dall’interazione con quel mondo”.