Sguardi differenti

Sguardi differenti

Sguardi differenti, A.A. V.V, casa editrice Mammeonline pagine 143, costo €10.

Non sono inquinanti solo l’acqua, l’aria, i cibi. Le famiglie tossiche, gli adulti tossici trasmettono valori tossici usando e permettendo di usare parole tossiche, gesti tossici.

Questa soltanto una delle tante citazioni tratta da Sguardi differenti che meriterebbero di essere riportate.

Scritto da varie autrici e con la prefazione di Valeria Fedeli, Sguardi differenti, edito da casa editrice Mammeonline, è un libro che contiene diversi punti di vista inerenti il sessismo, il gender e l’alienazione genitoriale .

È stato scritto dal comitato di redazione di Donne in Rete, un’associazione di Foggia che ha dato vita sui sopracitati temi ad un laboratorio di idee e di azioni condivise anche con altre associazioni della città.

All’interno di ogni riflessione personale delle autrici vi sono continui richiami a studiose  e giornaliste che si sono interessate nel tempo della letteratura sull’educazione sentimentale e sulla differenza di genere. Sono, quindi, citati molti articoli di giornalisti e blogger e per dare maggiore visibilità alle riflessioni, alle idee e alle  proposte nel libro è stato utilizzato il qr code  come anche degli short link in modo tale da facilitarne la digitazione e la lettura.

I temi conduttori dell’esposizione sono: l’uso della lingua ancora una volta come strumento di comunicazione per educare alle differenze di genere e per uscire dagli stereotipi che fanno dell’Italia uno dei paesi del mondo occidentale più arretrato in fatto di diritti sulle “relazioni affettive”;  il necessario coinvolgimento della scuola, un luogo che può e deve fornire gli strumenti per una lettura paritaria del genere e che, per riuscirci, ha bisogno di dialogo e di partecipazione nonché di un momento in cui si possa discutere direttamente con i ragazzi di  mobilità, relazioni, discriminazioni di genere o religione e di educare all’affettività; la consuetudine sociale che fa della differenza di genere uno stereotipo piuttosto che qualcosa da valorizzare per distinguere personalità, strumenti e capacità diverse.

Un libro che vuole spiegare, insegnare e raccontare esperienze come #Restiamo Vive, a cura di Celeste Costantino, che racconta del suo viaggio di Deputata nei centri antiviolenza(o presunti tali) d’Italia, ma anche progetti pedagogici come Nè pari nè dispari, che si è posto l’obiettivo di insegnare a esplorare il significato di essere bambina o bambino. Un progetto educativo, che attraverso la lettura e la libera elaborazione desidera  indirizzare, sin dalla scuola primaria, verso una visione di pace e di alleanza tra generi.

Maschi e femmine sono per natura e costituzione diversi e tale differenza, non v’è dubbio, deve essere identificata e manifestata nella e dalla società non certo come fonte di discriminazione, abuso o violenza ma come forma di autonoma espressione del proprio Essere.

Per i temi trattati e per questa considerazione, Sguardi differenti, è un testo che dovrebbe essere letto e trattato nelle scuole medie superiori perché i giovani possano davvero poter imparare ad apprezzare le diversità.

@riproduzione riservata WWWITALIA.EU

Maria Paola Battista.

 

Print Friendly, PDF & Email

About Maria Paola Battista

Amo ascoltare, leggere, scrivere e raccontare. WWWITALIA mi dà tutto questo. Iniziata come un’avventura tra le mie passioni, oggi è un mezzo per sentirmi realizzata. Conoscere e trasmettere la conoscenza di attori, artisti, scrittori e benefattori, questo è il giornalismo per me. Riguardo i miei studi, sono sociologa e appassionata della lingua inglese, non smetto mai di studiare perché credo che la cultura sia un valore. Mi piace confrontarmi con tutto ciò che è nuovo anche se mi costa fatica in più. Difetti? Non ho una buona capacità di guardarmi intorno e, strano a comprendere forse, non sono molto curiosa! Grazie ai lettori di WWWITALIA per l’attenzione che riservano ai miei scritti e mi auguro di non deluderli mai. mariapaolabattista@wwwitalia.eu