Superbike: Bautista domina con Ducati in Tailandia

bautista tailandia

Alvaro Bautista domina la tappa Tailandese dopo il vincente esordio a Phillip Island. Jonathan Rea insegue e le Yamaha si confermano competitive.

In Tailandia, soprattutto dopo i recenti risultati, la Ducati è la favorita per via dei lunghi rettilinei e della velocità generale del circuito. Bautista ha lottato molto con Rea in Gara 1, arrivando anche a un contatto molto duro, ma in Gara 2 ha semplicemente dominato. Bella da vedere la sua guida in stile MotoGp, col busto e la testa protesi verso l’asfalto, forse da mettere ancora in ordine il setup della Panigale, ancora poco precisa e brusca nei cambi di direzione. In questo circuito, il forte V4 della Ducati ha la meglio ma nei prossimi appuntamenti, con tracciati più guidati, la Kawasaki potrebbe rifarsi. Tuttavia, resta il fatto che Bautista con la nuova Panigale ha monopolizzato questo inizio di stagione.

Jonathan Rea non è da dare per vinto, è sempre lì in seconda posizione, pronto a sfruttare qualche incertezza del ducatista ma sul dritto la sua Ninja non può competere.

Kawasaki e Ducati sembrerebbero le moto vincenti, ma, in fondo, sono solo i due alfieri a sfruttarle al meglio, se pensiamo che Davies con la Ducati naviga nella metà classifica. Le moto più equilibrate sono, infatti, le Yamaha che permettono a Van der Mark, Lowes e Melandri di inseguire da vicino Rea e Bautista. Solo per il pilota italiano sembrano esserci dei problemi: preoccupanti “sbacchettamenti” in scia sui rettilinei, forse dovuti al suo stile di guida o a un’impostazione infelice dell’avantreno.

Risultati Gara 2

Print Friendly, PDF & Email

About Flavio Uccello

Ha 25 anni, giornalista pubblicista, consulente assicurativo e finanziario per Generali Italia. Oltre a trattare argomenti di natura socioeconomica, ha una smodata passione per i motori e il motorsport di cui scrive diffusamente nelle nostre rubriche. Ama leggere ed è molto curioso. Ha una gran voglia di comunicare con il mondo.