UN ROSSI LEGGENDARIO PIEGA MARQUEZ AL MONTMELO’

Valentino Rossi conquista la vittoria numero 114 in carriera, nel GP di Catalunya, sul tracciato del Montmelò, dopo aver piegato nel finale le velleità di Marc Marquez, con cui aveva ingaggiato un duello incredibile. Fuori Lorenzo, colpito dalla Ducati imbizzarrita di Iannone.

Il Dottore si regala un successo leggendario, dedicato nel post gara dal tavulliano a Luis Salom, scomparso durante le prove libere del venerdì a causa di uno sciagurato incidente.

Rossi, che scattava dalla quinta piazza in seguito ad una qualifica incolore, impiega i primi due giri a liberarsi di Dovizioso, Iannone e Viñales, mettendosi alle spalle di Pedrosa, terzo. Valentino riesce poi a sopravanzare anche lo spagnolo della Honda avvicinandosi a Lorenzo e Marquez, rispettivamente primo e secondo.

A venti giri dal termine, Rossi gira più veloce di tutti, superando in un giro e mezzo i due spagnoli e mettendosi al comando della gara. A questo punto Jorge Lorenzo subisce un pesante calo di prestazioni, probabilmente legato al decadimento delle gomme, e scivola cosi in quinta posizione. Raggiunto da Iannone, Lorenzo viene colpito in curva 10 dalla Ducati dell’abruzzese, che frena troppo in ritardo nel punto di staccata. I due finiscono cosi la loro gara sulla ghiaia, costretti entrambi al ritiro.

Nel frattempo, Rossi e Marquez si studiano da vicino. A 4 giri dal termine lo spagnolo della Honda decide che è il momento di attaccare: inizia cosi un duello incredibile, fatto di sorpassi e controsorpassi. Ad un giro dal termine, con Rossi che aveva superato l’avversario in curva 1 con una staccata al cardiopalma, Marquez compie un errore che gli fa perdere 5 decimi dal Dottore. L’italiano cosi riesce a guadagnare un distacco tale da poter tagliare il traguardo con un secondo di vantaggio.

Si tratta della seconda vittoria in stagione per Valentino, che quest’anno ha preso decisamente gusto a vincere in Spagna, dopo il successo di Jerez. Dopo le deludenti qualifiche era difficile immaginare una prestazione del genere: gran parte del merito va al lavoro dei suoi meccanici che nel warm up hanno provato un assetto definito “estremo” dal team manager Yamaha, Maio Meregalli. Al resto ci ha pensato il talento infinito del trentasettenne tavulliano, che ha mostrato delle staccate al cardiopalma, con cui ha sistemato la “pratica Marquez”.

Zero punti e, dunque, ritiro per Jorge Lorenzo, incolpevole nel contatto con Iannone, autore fino a quel momento di una buona gara.

Prova deludente per le Ducati, con Iannone, come già detto, ritirato e Dovizioso, settimo e a 40 secondi di distacco dal primo, Rossi.

Inevitabile il pensiero costante durante tutta la gara a Luis Salom. A ricordarlo sono stati i 3 piloti protagonisti della premiazione del podio, che hanno indossato una maglia in suo onore. Da sottolineare il gesto distensivo di Rossi e Marquez che, nonostante le polemiche del finale della scorsa stagione, si sono dati la mano proprio nel “parco chiuso”.

Francesco Medugno

@ Riproduzione riservata

 

Qui i risultati del GP di Catalunya

Print Friendly, PDF & Email

About Francesco Medugno

26 anni, laureato in Lettere classiche, ama il Moto GP. Scrupoloso e preciso, la sua altra passione è il Cinema. E' giornalista pubblicista. Sta sperimentando nuovi modi di comunicare. https://www.facebook.com/ffranciscake13 Per contatti francescomedugno@wwwitalia.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.