UNA POESIA PER IL FUTURO «ALLEATI»

POESIA

Con questa poesia la rubrica UNA POESIA PER IL FUTURO, un percorso che ogni martedì ci condurrà, attraverso la sensibilità dei poeti, a guardare al futuro con gli occhi dell’arte, sperando che le riflessioni che susciteranno in noi questi versi ci aiutino a guardare con fiducia al domani.

Il discorso, lanciato in occasione del reading poetico IRPINIA IN BIBLIOTECA-INCONTRO COL FUTURO, tenutosi alla Casa della Cultura di Monteforte Irpino (AV) lo scorso 7 ottobre, viene qui esteso a un contesto più ampio che permetta una visione più completa della produzione poetica dei nostri tempi.

Vera Mocella

ALLEATI

Quest’allegria di parole mi confonde/

slang improvvisati,

e gomme da masticare.

Il futuro è qui, è ora,

in quest’ostia di luna

su altari di asfalto,

nei sorrisi nuovi delle ragazze,

lungo le strade.

E’ nel suono di parole

che sembravano dimenticate,

e che ora pronunciamo sicuri,

senza far tremare il cuore.

Poso il mio sguardo sul mare,

dove ieri – nella guerra – singhiozzava un angelo,

ora si riflettono le stelle,

in un’apocalisse di luce.

Vera Mocella

VERA MOCELLA

Giornalista professionista dal 2006,  ha collaborato con “La Repubblica” e “la Nuova Sardegna”, attualmente lavora e collabora per riviste e quotidiani locali, e si occupa prevalentemente di giornalismo culturale e sociale. Autrice di poesie e di racconti inediti, ha pubblicato “Destini di Luce” con la casa editrice “Libroitaliano World”, nel dicembre 2007. Ha ricevuto premi e riconoscimenti nazionali per le poesie inedite, e per il testo “Destini di luce”. E’ presente nella “Storia della poesia irpina” (dal primo Novecento ad oggi), scritta dal critico Paolo Saggese – Elio Sellino Editore. Nel 2012, ha pubblicato il testo di poesie: “Tra pietre troppo dure” – Edizioni L’Autore Libri Firenze, che ha riscosso pareri postivi dai media e dalla critica. Tra pietre troppo dure” è stato anche recensito nel sito di poesia della Rai, di Luigia Sorrentino. Mocella ha partecipato a manifestazioni letterarie quali : “Il vizio ineluttabile della scrittura”, nell’edizione 2011-12- 13. Ha realizzato, nell’aprile 2013, ad Avellino,  la manifestazione: “Nel giardino segreto” – letture di Emily Dickinson, accompagnate da musica jazz. Ha partecipato all’edizione 2013, de “Il poeta e la città”, a Salerno, dedicata ad Alfonso Gatto, e alla manifestazione salernitana:  “100mila poeti per il cambiamento”. Sue poesie sono raccolte nel periodico culturale “Narrazioni “, in blog come “fara poesia” e in altri giornali online. E’ presente nelle antologie “Le Strade della poesia” – Delta 3  Edizioni, del 2011, 2012, 2013, curate dal poeta Domenico Cipriano, in “Terra di pane”- Delta 3 Edizioni (2013), una antologia poetica contro le trivellazioni petrolifere in Irpinia, curata dal critico Paolo Saggese. Ha partecipato al catalogo fotopoetico: “Pietre vive” vol.1 – Delta 3 edizioni, curato da Domenico Cipriano. Ha partecipato alla realizzazione del catalogo fotopoetico “Il Giglio di Flumeri” – tra terra e cielo (Delta 3 Edizioni – agosto 2013). E’ stata di recente inserita nella antologia poetica “Ifigenia siamo noi” – Scuderi Edizioni (Marzo 2014).

Print Friendly, PDF & Email

About Eleonora Davide

IL DIRETTORE RESPONSABILE Giornalista pubblicista, è geologa (è stata assistente universitaria presso la cattedra di Urbanistica alla Federico II di Napoli), abilitata all’insegnamento delle scienze (insegna in istituti statali) e ha molteplici interessi sia in campo culturale (organizza, promuove e presenta eventi e manifestazioni e scrive libri di storia locale), che artistico (è corista in un coro polifonico, suona la chitarra e si è laureata in Discipline storiche della musica presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino). Crede nelle diverse possibilità che offrono i mezzi di comunicazione di massa e che un buon lavoro dia sempre buoni risultati, soprattutto quando si lavora in gruppo. “Trovo entusiasmante il fatto di poter lavorare con persone motivate e capaci, che ora hanno la possibilità di dare colore e sapore alle notizie e di mettere il loro cuore in un’impresa corale come la gestione di un giornale online. Se questa finestra sarà ben utilizzata, il mondo ci apparirà più vicino e scopriremo che, oltre che dalle scelte che faremo ogni giorno, il risultato dipenderà proprio dall’interazione con quel mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.