UNISTEM DAY, le iniziative di alcuni Atenei

unisistem

Con UNISTEM DAY continua il lungo viaggio della ricerca sulle cellule staminali, che festeggia quest’anno la sua undicesima edizione. Domani, venerdì 15 marzo 2019, 99 atenei e centri di ricerca in 15 Paesi del mondo daranno vita in contemporanea al più grande evento di divulgazione scientifica dedicato agli studenti delle scuole superiori. L’evento è organizzato a livello centrale dalla docente della Statale di Milano e senatrice a vita Elena Cattaneo con il team di UniStem, il Centro di ricerca sulle Cellule staminali dell’Università degli Studi di Milano, e sarà coordinato a Teramo dalle docenti Natalia Battista e Cinzia Rapino.

Nato nel 2009 a Milano da un’idea di Elena Cattaneo, quest’anno UniStem Day diventa un evento mondiale accogliendo ‒ oltre ad Austria, Francia, Germania, Grecia, Italia, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia, Ungheria ‒ l’Australia, la Colombia e Singapore con i loro centri di ricerca.

Protagonisti della giornata saranno circa 30.000 studenti, che attraverso seminari, tavole rotonde, attività di laboratorio ma anche momenti teatrali e giochi potranno osservare da vicino i tanti volti del mondo della ricerca scientifica. L’evento vuole quindi essere motivo di coinvolgimento, ispirazione e anche di divertimento.

L’Unistem Day dell’Università di Teramo, che si svolgerà in Aula Magna a partire dalle ore 9.00, si aprirà con i saluti del rettore Dino Mastrocola agli oltre 400 studenti provenienti dalle scuole delle province di Teramo e Pescara. Seguiranno gli interventi di Valentina Russo, dell’Università di Teramo, Ivana Antonucci, dell’Università di Chieti-Pescara e Luciano Ragno, giornalista scientifico, che affronteranno i temi dell’innovazione tecnologica, delle ultime scoperte nel campo delle cellule staminali e delle fake news. Quest’anno, grazie al supporto della Fondazione di Ateneo, l’Università di Teramo sarà anche leader nel videocollegamento con l’Università Luigi Vanvitelli di Napoli e l’Universidad de Malaga.

Alla giornata Unistem, che rientra tra le iniziative del Piano Nazionale Lauree Scientifiche del Corso di laurea in Biotecnologie, gli studenti partecipanti si sfideranno in un quiz a squadre per testare la loro preparazione sul tema delle cellule staminali, e percorreranno un viaggio all’origine delle scoperte e della libertà di tracciare e percorrere le infinite strade nei territori inesplorati della ricerca.

A Trento l’appuntamento si terrà nell’aula magna dell’Istituto tecnico tecnologico “Buonarroti – Pozzo” (Via Brigata Acqui, 15) con inizio alle 9. L’incontro, a cura dell’Università di Trento, coinvolgerà decine di studenti e studentesse provenienti da varie scuole del Trentino Alto Adige.

Quest’anno, all’evento dell’Università di Trento, si parlerà di terapia genica e di terapie cellulari sotto diverse angolazioni assieme ad Anna Cereseto, Simona Casarosa, Luca Tiberi, Luciano Conti e Stefano Biressi, del Dipartimento Cibio dell’Università di Trento, e con Marta Tomasi della Libera Università di Bolzano.

Spazio, quindi, alle curiosità e alle domande dei ragazzi e delle ragazze perché UniStem Day è un’opportunità per conoscere e innovare, una tappa nell’infinito viaggio della ricerca scientifica.

I lavori, coordinati da Andrea Cagol (ACPress), si concluderanno alle 13.

Tutti i Paesi partecipanti nel 2019: Australia, Austria, Colombia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Singapore, Svezia, Ungheria.

L’appuntamento è quindi per venerdì 15 marzo 2019, ore 9, in 99 atenei e centri di ricerca sparsi per il mondo.

UniStem Day è online all’indirizzo www.unistem.it su Facebook, Twitter e Instagram. #unistem2019

Print Friendly, PDF & Email