Formula 1: Charles Leclerc riporta la Ferrari alla vittoria in Bahrain. Doppietta del Cavallino

Charles Leclerc vince il Gran Premio del Bahrain riportando la Rossa alla vittoria. Carlos Sainz sigla la doppietta Ferrari con la seconda posizione. Debacle Red Bull, Mercedes si riscatta con il podio di Hamilton.

Il campionato di Formula 1 si era chiuso l’anno scorso con una gara emozionante e ricca di colpi di scena e si riapre, quest’anno, in modo altrettanto entusiasmante. La Ferrari torna a vincere dopo anni di digiuno, ma non è una semplice vittoria, bensì, un vero dominio sul circuito di Sakhir.

Charles Leclerc scatta bene dalla prima casella e si difende dagli attacchi di un agguerrito Max Verstappen. Dopo i primi pit stop, dal sedicesimo al diciannovesimo giro, si rinnova il duello. Verstappen supera Leclerc in staccata ma il ferrarista si difende incrociando la traiettoria e superando nel rettilineo successivo. Questa danza va avanti per tre tornate, fino a che Leclerc non comincia a imprimere un ritmo irraggiungibile.

Altro momento di suspense è il giro trentuno, quando Leclerc cambia nuovamente le gomme Riesce, anche in quel caso, a difendersi dalla Red Bull. Nell’ultima parte della gara Verstappen cerca l’undercut su Leclerc ma la vettura di Gasly ha un guasto e prende fuoco, entra la safety car.

Leclerc non si lascia intimidire e alla ripartenza riesce a tenersi davanti, mantenendo bassa la velocità dietro la safety car e partendo all’improvviso poco prima dell’ultima curva, spiazzando Verstappen. Ma la tensione non svanisce, la monoposto di Verstappen ha un guasto che lo costringe al ritiro, una brutta battuta d’arresto per il campione in carica. Poco dopo anche la Red Bull di Sergio Perez si pianta in mezzo al circuito per problemi di affidabilità.

In questo modo le Mercedes recuperano, inaspettatamente, due posizioni. Hamilton guadagna il podio e Russel la quarta posizione. Tutto ciò ribalta i pronostici, solo la Ferrari conferma le impressioni dei test. Il team Mercedes può tirare un sospiro di sollievo, nonostante sia distante come prestazioni rispetto a Ferrari e Red Bull, dimostra di non darsi per vinta. In questo weekend le frecce d’argento hanno raccolto punti importanti, guai a sottovalutarli. Potrebbero sempre ridurre il gap nei prossimi gran premi.

La Ferrari ha letteralmente dominato, prendendo pole position e doppietta in gara. Non poteva andare meglio per il team italiano, il buon giorno si vede dal mattino ma dovranno continuare a lavorare sodo per confermare queste prestazioni. Mattia Binotto, il team principal, può finalmente ritenersi soddisfatto e avere ragione delle sue scelte e del suo duro lavoro.

Print Friendly, PDF & Email