Esperto di commercio estero. Vice Segretario generale della Camera di commercio di Bologna sino al 31.1.2007; Docente esterno presso l’Università di Bologna, Istituto Economico della Facoltà di Scienze politiche, in qualità di cultore dal 1990 al 2006, di “Istituzioni Economiche Internazionali” e in aggiunta dal 2002 al 2006 di “Diritti umani”; Pubblicista iscritto all’Albo dei Giornalisti dal 1985; 450 articoli per 23 testate nazionali; in particolare consulente del Il Resto del Carlino, in materia di Commercio internazionale, dal 1991 al 1995; Saggista ed autore di 53 libri scientifici ed economici; Membro del Consiglio di Amministrazione del Centergross dal 1993 al 2007;Membro del Collegio dei periti doganali regionali E. Romagna, per dirimere controverse fra Dogana ed operatori economici dal 1996 al 2000, con specificità sull’Origine della merce.

Mediterraneo, antesignano della civiltà. Il focus di Giuseppe Rocco

Il Mediterraneo è considerato il tripudio delle tradizioni, della gloria, della cerniera fra occidente e oriente e pure il collage delle religioni. In esso convergono la tradizione cristiana orientale (siriaca e copta) e bizantina; quella cristiana laica e cattolica; quella islamica sunnita e sciita; quella ebraica. Il ricordo principale corre verso l’Impero romano, padrone assoluto del mare nostrum e detentore […]

Continue reading »

Flat tax. Scacco a pensionati e dipendenti. Il focus di Giuseppe Rocco

L’Italia ha regalato al mondo tanti artisti, da essere definita la nazione degli artisti. Guai se l’arte si incunea nella politica, perché può diventare deleteria, velleitaria e sconvolgente. L’idea della flat tax è senz’altro un’idea artistica sciagurata, che sta affliggendo il popolo italiano col suo tragico consenso, avvertito col silenzio. In scienza delle finanze la flat tax è un sistema […]

Continue reading »

Tappe dell’Unione Europea. Il focus di Giuseppe Rocco

L’Italia, priva di carbone, viene modernizzata dal punto di vista istituzionale, introducendo nel 1859 una legislazione commerciale liberista e un fisco allineato ai più avanzati sistemi europei. Il decollo industriale effettivo dell’Italia si registra nel 1895 e prosegue in parallelo con le altre Nazioni europee. Dall’Europa il percorso industriale si diffonde negli Stati Uniti, che ricalca il modello europeo, ma […]

Continue reading »

Il mito socio-economico del Novecento. Il focus di Giuseppe Rocco

La speranza ha sempre scaldato il cuore dell’uomo illuminandolo di un ideale senza tramonto. In questa felice prospettiva, la popolazione europea ha festeggiato con entusiasmo la nascita del secolo ventesimo, di certo non immaginava che sarebbe iniziata l’epoca degli estremi: guerre mondiali, totalitarismi, violenze inumane, disillusioni. Negli anni della Belle époque il modernismo e il positivismo avevano inculcato nella cultura […]

Continue reading »

Dittatura scempio dell’etica. Il Focus di Giuseppe Rocco

Nell’architettura di trasgressione della democrazia si intravvedono germi di perversione che agiscono in maniera subdola per circuire il popolo. Richiamando la fine dell’Ottocento, si rinvengono come protagoniste della società industriale le masse operaie e i ceti medi, rispetto alle quali l’ideologia liberale, incentrata sull’esaltazione della libertà individuale e dell’iniziativa privata, sembra quasi dissiparsi. Più adeguate a soddisfare gli interessi e […]

Continue reading »

Combattere la rassegnazione sociale (Parte seconda). Il focus di Giuseppe Rocco

La prima parte dell’articolo è uscita lo scorso 5 novembre. Per chi volesse leggerla, basta cliccare QUI. Proseguendo nel fatalismo italiano e nella incomprensibile rassegnazione, ricordiamo i fiumi e i torrenti, che dilagano senza freni, perché sono mancati i controlli e perché le risorse pervenute dallo Stato non sono state investite. Così un acquazzone mette in cri un territorio. Allo […]

Continue reading »

Sud Italia in bilico. Il focus di Giuseppe Rocco

Nel 1860 con l’impresa garibaldina viene costituito il Regno d’Italia. L’amministrazione sabauda si rivela inefficiente e il rigido fiscalismo finisce con il sottrarre risorse all’agricoltura a vantaggio degli investimenti del Nord. Il vecchio Stato piemontese si era formato sul modello francese, rigidamente accentrato, con un Prefetto in provincia che agisce da onnipotente e un Sindaco di nomina regia, cioè un […]

Continue reading »

Il valzer delle imposte. Il focus di Giuseppe Rocco

Le imposte sono necessarie per offrire allo Stato i fondi necessari alla fruizione dei servizi essenziali, dalla giustizia alla scuola, dalla sanità alla tutela dei cittadini. Non viene posto in discussione il sistema tributario, per i suoi fini e la realizzazione degli stessi, ma per l’eccessivo numero, per l’inaccettabilità di alcune di essi, per lo sperpero dei fondi acquisiti. Le […]

Continue reading »

I riflettori sulla storia dei derivati. Il focus di Giuseppe Rocco

Il derivato è un istituto relativamente moderno, il quale è entrato nella letteratura economica con violenza, in forza della complicità della globalizzazione incontrollata. Ciò non sarebbe stato sufficiente se il liberismo sfrenato non avesse complicato alla radice la dinamica finanziaria. Anzi una storiografia di ispirazione prevalentemente liberista riesce a oscurare persino il ruolo dello Stato nella sua gestione. In senso […]

Continue reading »
1 2 3 6