Alice Gorshkova, il buio fuori, la luce dentro di Alice Bellini. La recensione di WWWITALIA

Abbiamo pubblicato in questa stessa rubrica, dedicata alla Fiera del libro della Biblioteca suore di Montevergine, l’intervista ad Alice Bellini (QUI PER CHI VOGLIA RILEGGERLA). Avevo promesso in quella occasione di leggere il suo libro Alice Gorshkova che mi aveva incuriosito e, devo dire la verità, sono soddisfatta di averlo fatto. L’autrice scrive molto bene, la narrazione è fluida e riposante, ma è stata capace di emozionarmi in più di qualche pagina, creando il giusto climax in un quella che definirei una bellissima storia d’amore. Ho praticamente divorato il libro, trovandovi diversi spunti di riflessione interessanti. Quello che riguarda il valore della famiglia e l’importanza dei legami, per esempio, viene ben trattato dalla Bellini, che lo contrappone alla violenza verso i più piccoli e alla solitudine che segue un evento traumatico che solo l’amore sembra poter guarire. Ma anche l’amicizia di Marika e di Mary, capace di donare opportunità di vita alla protagonista, assumono un ruolo importante nella storia di Alice. E così anche la non meno importante trasformazione del giovane Nicola,  professionista con un ego smisurato, in un uomo padrone di sé, che impara a conoscersi e a trasformare il suo desiderio in amore completo.

Non mancano nel romanzo descrizioni di intimità sessuali che definirei “a tinte forti”, per cui mi sento di consigliare il libro ad un pubblico adulto. Tuttavia il linguaggio che usa la Bellini è sempre pulito e rispettoso della lingua italiana e le 339 pagine del romanzo scorrono leggere. Bella anche la copertina, sia per l’immagine molto ben curata, che per la piacevole consistenza.

LA SUA SCHEDA NELLA FIERA DL LIBRO DELLA BIBLIOTECA SUORE DI MONTEVERGINE

Print Friendly, PDF & Email

About Eleonora Davide

IL DIRETTORE RESPONSABILE Giornalista pubblicista, è geologa (è stata assistente universitaria presso la cattedra di Urbanistica alla Federico II di Napoli), abilitata all’insegnamento delle scienze (insegna in istituti statali) e ha molteplici interessi sia in campo culturale (organizza, promuove e presenta eventi e manifestazioni e scrive libri di storia locale), che artistico (è corista in un coro polifonico, suona la chitarra e si è laureata in Discipline storiche della musica presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino). Crede nelle diverse possibilità che offrono i mezzi di comunicazione di massa e che un buon lavoro dia sempre buoni risultati, soprattutto quando si lavora in gruppo. “Trovo entusiasmante il fatto di poter lavorare con persone motivate e capaci, che ora hanno la possibilità di dare colore e sapore alle notizie e di mettere il loro cuore in un’impresa corale come la gestione di un giornale online. Se questa finestra sarà ben utilizzata, il mondo ci apparirà più vicino e scopriremo che, oltre che dalle scelte che faremo ogni giorno, il risultato dipenderà proprio dall’interazione con quel mondo”.