Nella prossima uscita della Primerano un omaggio a Modigliani

Ancora un progetto editoriale dedicato all’arte, ma questa volta non si parla di musica. Le arti figurative divengono protagoniste con un genio assoluto, proposto nel pamphlet di prossima uscita Modì- Amore e Tormento, Helicon Edizioni,. Si tratta del nuovo libro della scrittrice catanzarese, cardiologa, Maria Primerano, che farà parte di una collana da lei stessa ideata e dal titolo suggestivo Sorseggiando un caffè.

Con ciò l’autrice ha voluto intendere un piccolo libro che si legge amabilmente, gustando, appunto, un caffè, un te; o aspettando nella sala di attesa del medico; o ancora viaggiando in treno, in aereo, in tram; un libro che può essere un prezioso omaggio, inoltre, a chi ama leggere, dal momento che, ricordando Umberto Eco, Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro.

Il titolo della Primerano è un omaggio ad Amedeo Modigliani (Livorno, 12 luglio 1884 – Parigi, 24 gennaio 1920), pittore e scultore italiano, pure conosciuto con i soprannomi di Modì e Dedo, artista assai appassionato, dall’indole focosa e tormentata, dalla vita disordinata e sfrenata, tipica dell’ambiente parigino del suo tempo.

L’uomo che dalla sua energia non sa continuamente sprigionare nuovi desideri e quasi nuovi individui destinati per affermarsi sempre e abbattere tutto quel che è di vecchio e di putrido restato, non è un uomo, è un borghese, uno speziale, quel che vuoi, dolorosamente, infatti, scriveva.

Modì rivive, ebbene, in questo pamphlet, nelle gioie e nei dolori della sua breve esistenza che gli si riaffacciano turbinosi nel delirio estremo in un letto d’ospedale.

Dalla prossima settimana Modì- Amore e Tormento, Helicon Edizioni, sarà in libreria.

Print Friendly, PDF & Email

About Eleonora Davide

IL DIRETTORE RESPONSABILE Giornalista pubblicista, è geologa (è stata assistente universitaria presso la cattedra di Urbanistica alla Federico II di Napoli), abilitata all’insegnamento delle scienze (insegna in istituti statali) e ha molteplici interessi sia in campo culturale (organizza, promuove e presenta eventi e manifestazioni e scrive libri di storia locale), che artistico (è corista in un coro polifonico, suona la chitarra e si è laureata in Discipline storiche della musica presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino). Crede nelle diverse possibilità che offrono i mezzi di comunicazione di massa e che un buon lavoro dia sempre buoni risultati, soprattutto quando si lavora in gruppo. “Trovo entusiasmante il fatto di poter lavorare con persone motivate e capaci, che ora hanno la possibilità di dare colore e sapore alle notizie e di mettere il loro cuore in un’impresa corale come la gestione di un giornale online. Se questa finestra sarà ben utilizzata, il mondo ci apparirà più vicino e scopriremo che, oltre che dalle scelte che faremo ogni giorno, il risultato dipenderà proprio dall’interazione con quel mondo”.