AUTUNNO MUSICALE 2017 DI CASERTA E PROVINCIA. L’ANTEPRIMA

PARMA CASA DELLA MUSICA
Bordoni, Tyshayeva e Krivokapic per il primo week end dell’Anteprima dell’Autunno Musicale 2017

Dal 15 settembre al 1 ottobre 2017 avrà luogo nella provincia di Caserta l’Anteprima dell’Autunno Musicale 2017 con “Classica in Tour & Notturni al Museo”.

La Basilica di S. Maria in Foro Claudio (Ventaroli di Carinola), il Museo Archeologico di Calatia (Maddaloni) e la Chiesa di S. Pietro del Franco (Caiazzo) sono le location scelte per i tre week end che precedono la XXIII edizione dell’Autunno Musicale, joint venture culturale realizzata dell’Associazione Anna Jervolino e dall’Orchestra da Orchestra da Camera di Caserta, con la direzione artistica del Maestro Antonio Cascio. Nove concerti con artisti nazionali ed internazionali, come Paolo BordoniAnna Tyshayeva e Goran Krivokapic che accompagneranno il pubblico della rassegna in questo primo week end itinerante da venerdì 15 a domenica 17 settembre.

Venerdì 15 settembre, ore 19.30, presso la Basilica di S. Maria in Foro Claudio di Ventaroli di Carinola, il pianista Paolo Bordoni aprirà l’Anteprima dell’Autunno Musicale 2017 con un programma dedicato alla forma della Fantasia: di Mozart le Fantasie in re minore KV 397 e in do minore KV 475 e la Sonata KV 457, di Brahms le Fantasie op.116, di Mendelssohn la Fantasia op.28 e di Schubert la Fantasia in do maggiore Wander.

Paolo Bordoni, considerato uno dei più assidui interpreti del repertorio schubertiano, ha studiato a Roma con Vera Gobbi Belcredi e Guido Agosti e a Parigi con Magdalena Tagliaferro. Per l’etichetta discografica EMI ha inciso le Fantasie di Mozart, gli Improvvisi e le Variazioni di Chopin, l’integrale dei Valzer e delle Sonate incompiute di Schubert, per la Divox i Valzer di Chopin, di Grieg, di Liszt, di Ravel, di Debussy e le Danze di Schubert. Ha suonato nei più importanti festival europei, negli Stati Uniti, in Giappone e in Medio Oriente. Ha collaborato con prestigiose orchestre sotto la direzione di Raymond Leppard, Rudolph Kempe, Gianandrea Gavazzeni, Daniel Oren, Riccardo Chailly, Luca Foss, Hubert Soudant, Carl Melles, Spiros Argiris, Carlo Zecchi, Mar’c Andrae, Moshe Atzmon, Donato Renzetti, Daniele Gatti e Umberto Benedetti Michelangeli. Già docente al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano tiene corsi di perfezionamento presso istituzioni italiane, giapponesi e spagnole ed è spesso membro delle giurie di diversi concorsi internazionali.

Sabato 16 settembre, ore 20.00, l’Anteprima dell’Autunno Musicale si sposta presso il Museo di Calatia di Maddaloni, dove, in concomitanza con l’apertura notturna del Sito, si terrà il concerto di Anna Tyshayeva con un programma dedicato al genere della trascrizione. Infatti, oltre a Tre Romanze senza parole di Mendelssohn ed alla Vallée d’Obermann di Liszt, la pianista eseguirà il Lieder Widmung di Schumann nella trascrizione di Franz Liszt, un Corale e tre Preludi e Fuga di Bach nella trascrizione di Max Reger e Alessandro Siloti, nonché il secondo e terzo movimento del Concerto n.2 per pianoforte e orchestra di Rachmaninov nella trascrizione per pianoforte solo della stessa Tyshayeva.

Anna Tyshayeva ha studiato preso il Conservatorio di Odessa, sua città natale, con Nikolaj Kryzhanovsky e si è perfezionata presso le Accademie di Francoforte, Norimberga e Trossingen con Irina Edelstein, Wolfgang Mainz e Leonid Dorfman. Premiata in numerosi concorsi internazionali (tra cui lo Scriabin di Parigi ed il Da Ponte) ha ottenuto anche il sostegno delle Fondazioni Menuhin e Pestalozzi Ha tenuto concerti in Europa ed in Giappone, riscuotendo sempre lusinghieri consensi.

Domenica 17 settembre, ore 19.30, nella Chiesa di S. Pietro del Franco a Caiazzo, il virtuoso montenegrino delle sei corde Goran Krivokapic chiude il primo week end dell’Anteprima dell’Autunno Musicale con un programma ancora dedicato al genere della trascrizione ma con un’incursione nella musica latino americana. Si potranno ascoltare la fantasia n. 1 di Telemann nella trascrizione dal violino di Carlo Marchione, La Sonata n. 2 di Bach nella trascrizione dal violino di Goran Krivokapić, nonché la Rossiniana di Mauro Giuliani e la Sonata di Antonio José.

Krivokapic è considerato uno dei chitarristi più importanti della nuova scena internazionale. Oltre ad aver vinto il Primo Premio nei maggiori concorsi internazionali di interpretazione tra cui il Guitar Foundation of America, ha ricevuto due «Chitarre d’oro» al Convegno Chitarristico Internazionale di Alessandria.

I concerti, realizzati con il contributo del MiBACT, della Regione Campania ed in collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Carinola, il Comune di Caiazzo e il Museo Archeologico di Calatia, sono ad ingresso libero.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.