Nuovi arrivi in casa Sidigas. Ecco Obekpa e Chappell

logo scandone nuovo

Sono Christopher Ewaoche Obekpa e Jeremy Chappell i nuovi acquisti della Sidigas Scandone Avellino per il prossimo campionato.

Di seguito le loro caratteristiche e i commenti di Nicola Alberani.

Christopher Ewaoche Obekpa. Nato il 14 novembre 1993 a Makurdi (Nigeria), comincia a giocare a basket proprio nella sua madrepatria, venendo convocato nella selezione Under 16 della Nazionale Nigeriana. Nel 2010 approda negli Stati Uniti, dove frequenta gli ultimi due anni della high school: presso la Our Savior New American High School di Long Island si mette subito in mostra collezionando 10 punti, 8 rimbalzi e 5 stoppate di media a partita nel primo anno e sfiorando quasi la tripla doppia nel suo “senior year”, con  12 punti, 13 rimbalzi e 9 stoppate, trascinando la OSNA verso il record di 25-5 nel campionato scolastico.

Il suo talento sul parquet fa sì che venga notato da diversi college, tra cui la St. John’s University di New York, che alla fine diviene la sua meta: già dal primo anno qui emergono le sue qualità incredibili di stoppatore, tant’è che nel primo match universitario della sua carriera stabilisce il record di 8 stoppate in una sola partita, che poi supera egli stesso qualche mese più tardi (11).

Al termine del percorso universitario, nel 2016 partecipa alla Summer League di Las Vegas con i Miami Heat e, nell’ottobre dello stesso anno, firma per i Santa Cruz Warriors nella NBA D-League, collezionando 5.1 punti, 2.2 stoppate e 5.3 rimbalzi di media per match.

L’annata 2017-18 lo porta tra le file dei turchi del Trabzonspor, con cui conferma le sue ottime medie (8.4 punti, 2.4 stoppate, 7 rimbalzi di media). La scorsa stagione lo vede invece spostarsi nel Libano, dove veste la canotta dello Sporting Al Riyadi Beirut: qui Obepka viaggia su una media di 7.1 punti, 2.7 stoppate e ben 7 rimbalzi di media a partita.

Jeremy Lamar Chappell. Nato il 10 giugno 1987 a Cincinnati, Ohio, inizia il suo percorso cestistico alla Northwest High School perfezionandosi poi presso la Robert Morris University di Pittsburgh. Nei quattro anni universitari Chappell mette in mostra il suo talento raggiungendo una media di 15.1 punti, 2.1 palle recuperate, 2.7 assist e 5.4 rimbalzi a partita e conquistando i riconoscimenti di “Rookie of the Year” (2005-06) e “Player of the Year” Northeast Conference (2008-09).

A partire dal 2011 inizia la sua carriera professionistica oltreoceano, che lo porterà ad acquisire esperienza in molti dei massimi campionati europei: una stagione in Polonia (Znicz Jaroslaw 2009-10), tre in Ucraina (Hoverla 2010-11 e Ferro-ZNTU 2011-13, con cui vince la Coppa d’Ucraina nel 2013), tre in Russia (Triumph Lyubertsy 2013-14 e Avtodor Saratov 2014-16) e poi una in Turchia (Banvit 2016-17, con cui alza la Coppa di Turchia) prima di approdare per la prima volta in Italia, tra le file della Pallacanestro Cantù nella stagione 2017-18. Oltre ai campionati nazionali, Chappell nella stagione 2013-14 con i russi del Lyubertsy raggiunge la finale di EuroChallenge viaggiando sui 9.4 punti, 3 assist e 3.9 rimbalzi di media a partita; nel 2015 con l’Avtodor Saratov prende parte alla prima fase di Eurocup con una media di 15.5 punti, 4.5 rimbalzi e 3.3 assist per match; nella stagione 2016-17 partecipa invece con il Banvit alla Basketball Champions League facendo registrare 8.7 punti, 4.1 rimbalzi e 2.4 assist di media per match, trascinando i turchi fino alla finale della competizione, persa poi contro Tenerife.

Nella sua prima stagione in Italia colleziona 12.2 punti, 6 rimbalzi, 2.7 assist e 1.7 palle recuperate di media a partita, guidando il club lombardo verso l’obiettivo playoff. La scorsa stagione lo vede invece protagonista con la canotta della New Basket Brindisi, con cui disputa 33 partite di Regular Season e chiude a quota 12.7 punti, 5.1 rimbalzi, 2.6 assist e 1.6 palle recuperate in 31.4 minuti di media per match. Con i biancoblu prende parte anche alla Coppa Italia arrivando fino in finale, persa contro Cremona: nella competizione che ha avuto luogo a Firenze sono stati 9.6 i punti, 5.3 rimbalzi e 1.7 palle recuperate di media a partita per Chappell.

Il Direttore Sportivo, Nicola Alberani, commenta così i due nuovi ingaggi: “ L’arrivo di Obepka testimonia la nostra volontà di muoverci in fretta. È un giocatore che incarna alla perfezione il profilo che ci siamo prefissati per la stagione 2019-20. È un ragazzo che vede Avellino come il trampolino di lancio definitivo, dopo la buona stagione trascorsa in Turchia, e che fa una scelta orientata al proprio miglioramento. Ha grandi potenzialità e speriamo che trovi in Avellino il suo ambiente ideale. Penso che anche Chappell incarni perfettamente lo spirito della squadra della prossima stagione: è un atleta che gioca al di là dei numeri e delle statistiche e che ha il solo obiettivo di vincere. Per lui non è importante quanti punti segna ma fare in modo che il rendimento dei compagni, e quindi della squadra, aumenti in maniera costante. È un giocatore ‘affamato’ e che porterà ad Avellino una mentalità importante: potrà sicuramente essere un riferimento all’interno del gruppo, sia in campo che negli spogliatoi, e siamo molto contenti che abbia accolto positivamente la nostra proposta”.

Print Friendly, PDF & Email