Abiti e arte del vasaio alla Terramara di Montale

terramara

Giovedì 25 e domenica 28 aprile, due giornate da passare al Parco archeologico

Il giorno della Liberazione all’insegna dell’arte del vasaio nell’Età del bronzo e la domenica seguente dedicata invece all’abbigliamento di 3.500 anni fa. Due nuovi appuntamenti sono in programma per le giornate di giovedì 25 e domenica 28 aprile al Parco archeologico della Terramara di Montale, dove le presentazioni degli esperti approfondiranno il rapporto tra uomo, ceramica e vestiti.

Prosegue così la Primavera al Parco archeologico di Montale con appuntamenti per conoscere il mondo delle Terramare, i caratteristici villaggi sorti in Emilia e nella zona centrale della pianura padana attorno alla metà del II millennio a.C., circondati da poderosi terrapieni e ampi fossati, le cui abitazioni venivano spesso costruite su piattaforme sopraelevate.

Giovedì 25 aprile torna alla Terramara di Montale “L’Arte del vasaio” per presentare al pubblico il processo di trasformazione dall’argilla alla ceramica, con dimostrazioni di foggiatura di vasi delle Terramare, fedeli riproduzioni dei contenitori che si usavano 3.500 anni fa: dalle ciotole alle scodelle per la consumazione di bevande e cibo, olle e orcioli per la cottura e la preparazione, sino ai grandi dolii per lo stoccaggio delle derrate alimentari. I bambini, al termine della visita, potranno partecipare a laboratori dedicati alla modellazione dell’argilla e alla realizzazione di piccole forme ceramiche (consigliato dai 3 ai 13 anni).

Domenica 28 aprile, invece, con l’iniziativa “Nei loro panni”, al centro delle visite al Parco Archeologico ci sono abiti, accessori e cura della persona. Di quale natura erano i tessuti realizzati nelle Terramare, di quali colori e che aspetto avevano gli abiti maschili e femminili? Le archeologhe dello staff risponderanno anche con un divertente laboratorio per piccoli stilisti (consigliato dai 3 ai 13 anni). Lino, lana, pelle e corda, tanti materiali naturali per ricreare, giocando, l’antica moda.

Le visite alla Terramara di Montale sono sempre guidate da uno staff di archeologi che accompagna il pubblico alla scoperta delle tracce del villaggio di 3.500 anni fa e alle ricostruzioni realizzate sulla base degli scavi. Al termine di ogni visita, dimostrazioni e laboratori per bambini sono organizzati per conoscere il mondo delle Terramare e compresi nel biglietto d’ingresso.

La Terramara di Montale in via Nuova Estense apre al pubblico domeniche e festivi fino al 16 giugno. Orari: 9.30-13.30 e 14.30-18.30 (ultimi ingressi 11.45 e 17.30). Le visite guidate partono ogni 45 minuti per gruppi di max 50 persone. Ingresso intero € 7, ridotto € 5, gratuito fino a 5 e oltre 65 anni e per tutti in tutte le prime domeniche del mese; riduzione del 50% sul biglietto con la Fidelity Card del Parco; con biglietto MuSa – Museo della Salumeria Castelnuovo Rangone ingresso ridotto. Tel. 059 2033101 (9-12 da martedì a venerdì; 10-13 e 16-19 sabato e domenica).

Programma completo e informazioni per organizzare la visita sul sito (www.parcomontale.it e-mail museo@parcomontale.it).

Print Friendly, PDF & Email