Libri che aiutano a vivere meglio. De Bartolomeis – Grasso e Acanfora a Monteforte per Tradizione e Cultura sotto le stelle

Presentazione De Bartolomeis Acanfora @WWWITALIA

La presentazione del 9 agosto 2018 organizzata dagli Assessorati alla Cultura e alle Politiche Sociali. 

La serata fresca e luminosa, la storia che fa da palcoscenico, tra le pietre di un borgo che ha parecchie cose da raccontare e la Chiesa di San Martino, che la cura del parroco don Antonio Testa restituisce  frequentemente all’uso dei fedeli. Questa la cornice da sogno che ha accolto la presentazione di due libri intensi per temi e scrittura.

Quello realizzato a quattro mani dall’editrice Donatella De Bartolomeis e dal giornalista Marco Grasso, Più forti della crisi. Come trovare lavoro quando tutti lo perdono, invia una scossa a chi voglia realizzare il proprio sogno. Con un manuale strutturato come una caccia al tesoro la De Bartolomeis detta le tappe di un percorso vincente, mentre Grasso racconta le storie di chi ce l’ha fatta, nonostante le difficoltà e la crisi. (Leggi la recensione).

Il libro di Renato Acanfora, ex calciatore dell’Inter, oggi medico sportivo, L’uomo senza chiave, narra, invece, di vite spezzate che ritrovano unità e vittoria attraverso vicissitudini sapientemente descritte da un uomo che ha conosciuto la sofferenza e l’ha letta nel cuore degli altri. (Leggi la recensione).

Una magnifica accoglienza musicale del Trio Rosanna Mennella, Pietro Scalera e Antonio Marano ha aperto la serata sulle sonorità del Jazz, mentre la sottoscritta, dopo i calorosi saluti del sindaco Giordano e l’introduzione di Angelo Damiano, ha accompagnato i tre autori nel viaggio esplorativo tra le pagine dei loro libri.

Il valore dello sport come sostegno ai giovani e alla società, la sensibilità verso i pazienti, spesso bistrattati, come stimolo a intraprendere una professione delicata quale quella medica i temi affrontati con trasporto Acanfora che ha rivelato essere storie vere quelle narrate nel romanzo. Ricerca, consapevolezza, automotivazione e fiducia nelle proprie possibilità i punti di partenza del discorso di De Bartolomeis e Grasso. «Spesso sento ragazzi che non sanno che percorso di studio scegliere combattuti tra i suggerimenti dei genitori. A questi giovani rispondo: Ma tu cosa vuoi fare della tua vita?». Così la De Bartolomeis descrive la difficoltà che le persone incontrano già all’inizio del percorso. «Siamo in grado di discernere i nostri desideri? Se non lo facciamo non troveremo mai la forza di riuscire», insiste nel considerare quante persone ogni giorno aspettano un lavoro che non è per loro sacrificando sogni e ambizioni che li renderebbero felici.

Presentazione De Bartolomeis Acanfora pubblico @WWWITALIAUna iniziativa molto apprezzata dal pubblico intervenuto e dagli stessi autori, messa in campo dal binomio Lia Vitale- Giulia Valentino, assessore alla Cultura e al Sociale del Comune di Monteforte sotto la guida di Costantino Giordano.  Tra il pubblico anche chi, ormai in pensione, ritiene i consigli forniti sempre utili anche per aiutare gli altri a confrontarsi con la realtà e con le opportunità che abbiamo di fronte.

Una degustazione di dolci offerti dal Bar Rega e di un buon Prosecco di Valdobbiadene offerto dall’Enoteca Vino e dintorni di Monteforte, ha completato un incontro tra tradizioni e cultura sotto le stelle a Monteforte.

©Riproduzione riservata WWWITALIA

Print Friendly, PDF & Email

About Eleonora Davide

IL DIRETTORE RESPONSABILE Giornalista pubblicista, è geologa (è stata assistente universitaria presso la cattedra di Urbanistica alla Federico II di Napoli), abilitata all’insegnamento delle scienze (insegna in istituti statali) e ha molteplici interessi sia in campo culturale (organizza, promuove e presenta eventi e manifestazioni e scrive libri di storia locale), che artistico (è corista in un coro polifonico, suona la chitarra e si è laureata in Discipline storiche della musica presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino). Crede nelle diverse possibilità che offrono i mezzi di comunicazione di massa e che un buon lavoro dia sempre buoni risultati, soprattutto quando si lavora in gruppo. “Trovo entusiasmante il fatto di poter lavorare con persone motivate e capaci, che ora hanno la possibilità di dare colore e sapore alle notizie e di mettere il loro cuore in un’impresa corale come la gestione di un giornale online. Se questa finestra sarà ben utilizzata, il mondo ci apparirà più vicino e scopriremo che, oltre che dalle scelte che faremo ogni giorno, il risultato dipenderà proprio dall’interazione con quel mondo”.