IRPINIA: MUSICA E CASTELLI A SUMMONTE

FOTO GIANLUCA MARINO

Continua a Summonte (Av) il progetto “Irpinia: Musica e Castelli” promosso dalla Provincia di Avellino e finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del Piano di Azione e Coesione. Domani (martedì 23 agosto), alle ore 21 (ingresso libero), presso il Castello di Summonte, si terrà il concerto di Gianluca Marino (chitarra) e Jerry Popolo (sassofono).

“Irpinia: Musica e Castelli” – che vede la direzione artistica di Marco Schiavo – proseguirà al Castello di Bisaccia (27 agosto, Michele Placido e Trio Beethoven, poesia e musica). Il programma completo è disponibile sul sito www.irpiniamusicaecastelli.it.

Conoscere gli interpreti:

Gianluca Marino: chitarrista versatile che unisce nel suo linguaggio musicale la tradizione interpretativa della musica classica con la sperimentazione del linguaggio jazzistico. Lo stile compositivo, frutto di questa simbiosi, viene tradotto in tutte le sue composizioni e arrangiamenti. Ha pubblicato in qualità di chitarrista per: Casa Ricordi, Philology Jazz Records, Map Records, Niccolò, GuitArt Int. Group, Isuku-Verlag.

Ha collaborato in tournée teatrali in qualità di chitarrista con attori e musicisti di chiara fama tra cui: Michele Placido, Alessandro Haber, Sergio Rubini, Nando Gazzolo, Riccardo Pazzaglia, Antonio Casagrande e tanti altri. Ha tenuto centinaia di concerti per importantissimi Festival Musicali Italiani di jazz, musica classica e nei più importanti Teatri di tradizione italiani. Ha registrato per la RAI e ha tenuto performance in diretta in mondovisione per SKY. Brani dei suoi CD sono stati trasmessi da moltissime radio, da segnalare RADIOMONTECARLO, per la trasmissione “Montecarlo night” condotta dalla storica voce di Nick the NightFly, Brasil (Rai Radio Stereo UNO), “The Intimate Guitar-Discover Classical USA.

Nei primi mesi del 2014 ha pubblicato per la Casa Editrice tedesca ISUKU-VERLAG una serie di arrangiamenti per chitarra classica “Jazz and Bossa for Classical Guitar”, pubblicazione distribuita in tutto il mondo, recensita da GUITART, DOTGUITAR, JAZZITALIA etc. Quest’ultimo lavoro è stato presentato presso il Conservatorio nazionale di Atene in Grecia e presso l’Associazione “M. L. Anido” di Salerno nell’ambito della Master Class di Roland Dyens che ha tenuto una lezione su un arrangiamento tratto dal libro “Jazz and Bossa for Classical Guitar” ad un allievo del corso. Quest’ultima pubblicazione è stata inoltre presentata a RAI RADIO STEREO UNO nella trasmissione “Brasil”. “Jazz and bossa for Classical Guitar” è il titolo anche del corso speciale tenuto in qualità di docente al FALAUT CAMPUS 2015 presso l’Università degli Studi di Salerno.

Ha partecipato in qualità di chitarrista alla colonna sonora del film “Il Pretore” con F. Pannofino per la regia di Giulio Base. Nel 2014 ha suonato per Luigi De Filippo all’inaugurazione della stagione teatrale 2015 del teatro “Peppino De Filippo” ex Parioli a Roma. E’ stato consulente musicale per l’Istituzione Cultura Capri per diverse edizione delle Rassegne Musicali del Comune di Capri. Tuttora è co-Direttore Artistico del Capri Art Music Festival 2015.

Laureato in Lettere Moderne presso L’Università degli studi di Salerno con una tesi sulle Sonate di M. M. Ponce si è diplomato presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino, sotto la guida di Eduardo Caliendo e poi Mario Fragnito. Attualmente è docente ordinario di Esecuzione e Interpretazione – Chitarra – presso il Liceo Musicale e Coreutico Statale “P. E. Imbriani” di Avellino. Dal 2015 suona come chitarrista di Fausto Cigliano, che lo ha definito un “chitarrista travolgente”.

Jerry Popolo svolge sin dal 1985 una intensa attività professionale sia in ambito jazzistico che in produzioni televisive e di pop music, in questi anni oltre a essersi diplomato presso il Conservatorio di Musica di Salerno ha continuato ad approfondire lo studio della musica e del sax, partecipando inoltre a stage con famosi Jazzisti e didatti tra i quali Jerry Bergonzi, George Garzone e Dave Liebman.

Intrapresa l’attività di freelance ha l’occasione di suonare in famosi Festival Jazz, Club, rassegne, brevi tour e occasionalmente con famosi musicisti di jazz tra cui: Tony Scott, Kenny Barron, Ben Reily, Ray Drummond, Steve Grossmann, Lee Konitz, e molti altri.

Nell’ambito della pop music, oltre ad aver suonato in numerose orchestre in trasmissioni televisive per la RAI e Mediaset, ha inciso e partecipato a tour accompagnando diversi artisti tra i quali: Andrea Bocelli, Buddy Miles, Enzo Avitabile, Loredana Bertè, Gerardina Trovato, Mango, Loretta Goggi, Gigi D’Alessio, Renzo Arbore, Dionne Warwick, Stefano Palatresi, Claudio Mattone, Sergio Cammariere, Tullio De Piscopo, Antonello Venditti, James Senese, Renato Zero, Jenny B, Ana Flora, Alan Sorrenti, Amalia Gretz, Rosalia De Sosa.

In qualità di docente ha insegnato presso il Conservatorio di Musica di Salerno”G. Martucci” Tecniche dell’improvvisazione strumentale Jazz. Numerosi sono i CD nei quali ha suonato, infatti è invitato spesso da musicisti e studi di registrazione a incidere. Nel 2004 e nel 2008 sono usciti sul mercato discografico due CD a suo nome con brani originali di sua composizione, rispettivamente Soul eyes (Mediterranea) e Optimum (Widesound).

 

Print Friendly, PDF & Email

About Eleonora Davide

IL DIRETTORE RESPONSABILE Giornalista pubblicista, è geologa (è stata assistente universitaria presso la cattedra di Urbanistica alla Federico II di Napoli), abilitata all’insegnamento delle scienze (insegna in istituti statali) e ha molteplici interessi sia in campo culturale (organizza, promuove e presenta eventi e manifestazioni e scrive libri di storia locale), che artistico (è corista in un coro polifonico, suona la chitarra e si è laureata in Discipline storiche della musica presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino). Crede nelle diverse possibilità che offrono i mezzi di comunicazione di massa e che un buon lavoro dia sempre buoni risultati, soprattutto quando si lavora in gruppo. “Trovo entusiasmante il fatto di poter lavorare con persone motivate e capaci, che ora hanno la possibilità di dare colore e sapore alle notizie e di mettere il loro cuore in un’impresa corale come la gestione di un giornale online. Se questa finestra sarà ben utilizzata, il mondo ci apparirà più vicino e scopriremo che, oltre che dalle scelte che faremo ogni giorno, il risultato dipenderà proprio dall’interazione con quel mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.