Patrizia Girardi vince il premio “Il volo di Pegaso 2019” per la sezione musicale

Patrizia Girardi

Quest’anno il tema scelto per il concorso dell’Istituto Superiore di Sanità era “La tenacia” e di tenacia parla il testo di “Io ti cerco e tu cerchi me” della cantautrice avellinese Patrizia Girardi, che ha trattato le difficoltà create dalla Sindrome di Rett

54730992_534403230428874_4520310267082440704_nIl concorso internazionale, indetto dal Centro Nazionale di Malattie Rare che fa capo all’Istituto Superiore di Sanità, ha diffuso in questi anni la conoscenza di molte malattie per cui non esistono cure, suscitando anche l’interesse delle case farmaceutiche. Grazie a queste iniziative, è stata istituita la Giornata delle Malattie Rare il 29 febbraio, data particolare perché anch’essa “rara”. La giornata viene celebrata lo stesso ogni anno, un giorno prima o un giorno dopo la data stabilita. «La dottoressa Domenica Taruscio, direttrice del Centro è molto attiva e pronta a promuovere queste iniziative», ci racconta la vincitrice. «Quest’anno si è aggiunta la sezione musicale al premio che, fino alla scorsa edizione trattava solo di poesia e letteratura». Una grande emozione per la Girardi giunta a Roma alla sede dell’Istituto allestita per l’occasione con le opere vincitrici per le diverse sezioni in un contesto molto ben curato. «La sorpresa è stata grande perché convocandomi mi avevano annunciato solo che ero nella rosa dei candidati al premio», ci ha detto gioiosa la cantautrice. L’anno scorso, a causa della neve, era stato spostato a giugno il conferimento dei riconoscimenti e la Girardi, che aveva partecipato per la sezione Poesia, era stata avvisata telefonicamente di aver vinto. «Ho scoperto  dell’esistenza della Sindrome di Rett, di cui parla il testo della mia canzone, e ne sono rimasta molto colpita. Questa malattia rara si manifesta solo dopo i due anni di vita e porta una progressiva regressione fisica, per cui la persona che ne soffre può comunicare solo con gli occhi. Ho cercato di usare la musica per comunicare la sofferenza che questo comporta. Ci hanno detto, durante la premiazione, che noi che trattiamo l’argomento senza averne esperienza diretta possiamo essere considerati “ambasciatori di Pegaso” e questo mi ha davvero commossa», ha concluso la Girardi.

©Riproduzione riservata WWWITALIA

Print Friendly, PDF & Email

About Eleonora Davide

IL DIRETTORE RESPONSABILE Giornalista pubblicista, è geologa (è stata assistente universitaria presso la cattedra di Urbanistica alla Federico II di Napoli), abilitata all’insegnamento delle scienze (insegna in istituti statali) e ha molteplici interessi sia in campo culturale (organizza, promuove e presenta eventi e manifestazioni e scrive libri di storia locale), che artistico (è corista in un coro polifonico, suona la chitarra e si è laureata in Discipline storiche della musica presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino). Crede nelle diverse possibilità che offrono i mezzi di comunicazione di massa e che un buon lavoro dia sempre buoni risultati, soprattutto quando si lavora in gruppo. “Trovo entusiasmante il fatto di poter lavorare con persone motivate e capaci, che ora hanno la possibilità di dare colore e sapore alle notizie e di mettere il loro cuore in un’impresa corale come la gestione di un giornale online. Se questa finestra sarà ben utilizzata, il mondo ci apparirà più vicino e scopriremo che, oltre che dalle scelte che faremo ogni giorno, il risultato dipenderà proprio dall’interazione con quel mondo”.