UN FIORE SULLA COLLINA di Antonio Lanza

“Una miscellanea di emozioni struggenti” questo è il romanzo: UN FIORE SULLA COLLINA di Antonio Lanza. L’autore con grande sensibilità ci presenta in modo chiaro e con lo stile che lo contraddistingue, le sue opere avvincenti e piacevoli, il suo mondo con fierezza e rispetto, le proprie origini, un sentimento che attraversa tutto il romanzo, il suo filo conduttore, nonché gli affetti per la famiglia, gli amici, i veri valori, l’ambiente, tutto insomma senza mai cadere nella noia.

Nel contesto di uno scenario paesistico incantevole quella della sua amata terra lucana, e dei sentimenti che danno vita all’anima umana ritroviamo un panorama di personaggi straordinariamente schietti e semplici e lui bravo ad incastonare come piccoli lapislazzuli le crude vicende della guerra e una vibrante storia d’amore. La narrazione è molto brillante con continui colpi di scena: il dramma di una guerra assurda, le mille insidie di una vita travagliata si sovrappone a quella sentimentale e genera interesse costante nel lettore. Eppure in questo contesto irto di insidie interminabili, sensazioni ferali, emozioni travolgenti, il germogliare di un amore forte e indissolubile ha un fascino allettante. La guerra terrorizza, uccide, devasta ma può dar vita a una vera storia d’amore che resta tra le pagine a lieto fine di questa guerra. “Salendo su per la collina George sentiva la fragranza di quel fiore magico e Teresa non credeva ai suoi occhi, ma era vero… Un fiore esile che tra erbacce e ortiche resiste e sboccia in tutta la sua superba bellezza ed eleganza, là su quella collina dove il vento porta con sé il profumo, quel profumo dell’amore che mai muore.”

15-09-2013

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.