Calcio, Ifab approva correzioni del regolamento: si cambia su falli di mano e punizioni

ifab regole

Ad Aberdeen (Scozia) si è svolta la 133esima riunione dell’International Football Association Board (Ifab): l’organo che ha il potere di stabilire qualsiasi modifica e innovazione delle regole del gioco del calcio a livello internazionale e nazionale, vincolando alla loro osservanza tutte le federazioni.

Sono state approvate delle modifiche al regolamento, con l’introduzione di  regole nuove. Non ci sarà nessuna modifica al protocollo Var. I cambiamenti saranno effettivi a partire dagli Europei Under 21 di Giugno e poi saranno validi per tutte le coppe e campionati.

Ecco le novità nel dettaglio:

1) Rinvio del portiere e palla in gioco in area.
Si cambia: il difensore può stare in area: appena il portiere tocca palla per passarla, però, l’attaccante può entrare. Secondo Pierluigi Collina, presidente commissione arbitrale Fifa, ieri al Board, “così non si dà più un vantaggio ingiusto al difensore”. Ad oggi vige infatti la regola secondo la quale il pallone deve uscire dall’area di rigore per essere considerato in gioco.

2) Sostituzione dalla linea di campo più vicina.
L’arbitro potrà ordinare la sostituzione di un calciatore da qualsiasi punto del campo: se una squadra sta perdendo tempo, il direttore di gara potrà far uscire il calciatore che deve lasciare il campo da qualsiasi punto del terreno di gioco.

3) Cartellino Giallo per gli allenatori.

Gli allenatori che protestano o violano il regolamento potevano solo essere allontanati. Adesso c’è anche l’ammonizione. Con più «gialli» arriverà la squalifica come per i giocatori. E il «rosso» dovrebbe causare un turno di squalifica.

4) Basta avversari in barriera: distanza minima un metro.

Non sarà più possibile per i giocatori di una squadra cui è stata assegnata una punizione al limite dell’area entrare nella barriera della squadra rivale, disturbare i difensori e creare confusione. Si potrà stare davanti, dietro o ai lati della barriera, ma almeno a un metro di distanza.

5) Nuovo fallo di mano: volontarietà e naturalezza.

Cambiano le regole per i falli di mano: innanzitutto sarà irregolare segnare un gol con le mani anche involontariamente. Per quanto riguarda invece  i falli di mano in difesa saranno codificati in questi casi:  1) Tocco volontario.                                                     2) Posizione innaturale, anche se involontaria, quando il braccio è in linea con le spalle; o sopra le spalle;o lontano dal corpo. A prescindere dalla distanza tra chi tira e chi colpisce di mano. Eccezione: se uno colpisce la mano calciando lui stesso, non è fallo

6) Fallo di mano e scivolata.
Altra precisazione. Quando un giocatore va in scivolata e tocca la palla con mano o braccio: 1) se tocca la palla con il braccio in appoggio, e questo è attaccato al corpo, non è fallo; 2) se il braccio in appoggio è però lontano dal corpo è fallo; 3) se tocca con l’altro braccio, e questo è lontano dal corpo, è fallo.

7) Cartellini e «vantaggio».
Una squadra che subisce un fallo (che è da «giallo» o «rosso» per il rivale) può battere subito la punizione per avere il vantaggio sorpresa. L’arbitro mostrerà il cartellino solo a fine azione.

8)  Rigore: il portiere avrà un piede oltre la linea di porta.

Oggi è difficile che un portiere, al momento di un calcio di rigore, resti immobile sulla linea di porta. Con le nuove regole il portiere avrà ora la possibilità di avere un piede oltre la linea. Se i piedi oltre la linea saranno due il Var potrà intervenire e far ribattere il rigore in caso di parata.

9) Tocco decisivo dell’arbitro.

Se il tocco dell’ arbitro provocherà un assist, un gol o un break a favore dell’altra squadra, gioco fermo e palla a favore di chi la stava giocando (in area, palla sempre al portiere).

10) Abolizione della “palla a due”

Non ci sarà più la palla a due. L’arbitro scodellerà la palla a favore di chi deve giocarla, il rivale dovrà stare a 4 metri

 

11) Svirgolata portiere.
Se il portiere, giocando il pallone coi piedi su retropassaggio, lo svirgola, può rientrarne in possesso senza che sia più punizione indiretta.

Print Friendly, PDF & Email

About Francesco Moretti

Ha 22 anni, studia Scienze Politiche. Ama il Basket e ha una grande capacità di osservazione e rielaborazione: doti basilari per un bravo giornalista. Originale e pronto, sta costruendo il suo cammino. E' giornalista pubblicista. https://www.facebook.com/francesco.moretti.5205 francescomoretti@wwwitalia.eu