Avellino batte Utena e conquista gli ottavi di Champions League

stop

La Sidigas Avellino non tradisce le aspettative e sconfigge la Juventus Utena al PaladelMauro imponendosi per 74-64. Gli irpini mantengono il secondo posto nel girone D della Champions League qualificandosi agli ottavi di finale, traguardo storico per la Scandone che raggiunge per la prima volta il secondo turno di una competizione europea.

Una partita equilibrata che ha visto i lituani non mollare ad alcun tentativo di fuga della Sidigas, gli uomini di Pino Sacripanti hanno trovato in Levi Randolph il talismano dell’ultimo quarto: l’ex Alabama ha messo a segno il personale parziale di 5-0 portando Avellino sul più 9, conclude la gara con 18 punti e 8 rimbalzi.

Primo quarto: Fesenko inaugura il match con una schiacciata mentre Utena risponde con i 4 punti di Cepukaitis ma Ragland e Thomas confezionano il 9-6 (4′) costringendo coach Sireika al time-out. Obasohan da due e Ragland da tre portano gli irpini sul più 6 ma i lituani trovano nei canestri di Sulskis e Diggs il primo vantaggio del match (15-16), poi ancora Diggs a confezionare 5 punti che portano la Juventus sul più 4. Ci pensa Marques Green da tre e Levi Randolph coi due liberi a riportare la Scandone in vantaggio chiudendo il primo quarto sul 21-20

Secondo quarto: Sirutavicius segna da tre così come Thomas poi Fesenko realizza quattro punti consecutivi (28-23 al 13′), la difesa a zona premia Utena che riesce a restare aggrappata al match e trova nei tre liberi di Sirutavicius il meno due. Sacripanti chiama il time-out, al rientro in campo Diggs e Vasylius portano i lituani in vantaggio ma Fesenko e Randolph rimettono la Sidigas col naso in avanti (37-34). Botta e risposta di punti tra i due team sino a giungere all’intervallo sul 40-40 con Parker che fa 1/2 ai liberi.

Terzo quarto: Partenza forte di Avellino che piazza il parziale di 7-0 con Fesenko e Thomas (47-40), tuttavia Utena reagisce prontamente con Diggs che fa 2/2 dalla lunetta e poi piazza la tripla mentre è Randolph a trovare il canestro dalla media distanza e firmare il 49-44. Gli ospiti trovano il sorpasso grazie alla tripla di Best e i liberi di Diggs (49-50 al 25′). Levi Randolph segna in penetrazione 4 punti di seguito, la Sidigas non riesce a trovare la via del canestro ma mantiene in difesa. Leunen segna entrambi i liberi e Sulskis trova il canestro del 55-54 in favore di Avellino.

Quarto quarto: Sulskis segna da sotto mentre Leunen segna da 6,75, Diggs sigla entrambi i liberi riportando il match in parità. Avellino si porta sul più 4 con i canestri di Ragland e Fesenko ma Cepukaitis trova la tripla del meno 1. Ragland esce di scena dopo aver commesso il quinto fallo al 37′ con la Scandone che guida sul 66 a 21 ed è qui che Levi Randolph si prende la scena con 5 punti consecutivi chiudendo ogni speranza di rimonta ai lituani. Il match termina 74-64 con la tripla finale di Thomas, Avellino raggiunge la storica qualificazione agli ottavi accompagnata da un PaladelMauro in festa.

Print Friendly, PDF & Email

About Francesco Moretti

Ha 22 anni, studia Scienze Politiche. Ama il Basket e ha una grande capacità di osservazione e rielaborazione: doti basilari per un bravo giornalista. Originale e pronto, sta costruendo il suo cammino. E' giornalista pubblicista. https://www.facebook.com/francesco.moretti.5205 francescomoretti@wwwitalia.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.