Hamilton in pole in Australia, le Rosse inseguono. Bottas a muro

Lewis Hamilton ottiene la pole position nel primo Gran Premio della stagione, a Melbourne. Mentre Bottas rovina le sue ambizioni distruggendo la sua Mercedes. Le Ferrari inseguono a pochi decimi.

Le prove libere e le qualifiche hanno mostrato quanto potrà essere combattuto questo campionato, le vetture da battere sono sempre le tedesche, ma le Ferrari sono competitive e le Red Bull hanno mostrato ottime prestazioni. Emergono da questo scenario tre potenze principali e gli altri a seguire con un notevole distacco.

In questo round l’ha spuntata il campione in carica Hamilton con un super giro di 1:21,164, record della pista. Kimi Raikkonen si è aggiudicato la seconda piazza a sette decimi di distacco, seguito da Sebastian Vettel per un centesimo di secondo in più.

Valtteri Bottas vanifica i suoi sforzi alla fine del Q3 andando a sbattere con violenza contro un muro in uscita curva, ha avuto l’imprudenza di prendere con troppa foga un cordolo umido mandando la vettura in testacoda. È probabile che la sua Mercedes abbia riportato danni meccanici vista l’entità dell’impatto, ma il pilota finlandese ne è uscito illeso. Partirà dalla quindicesima casella in gara, non proprio un esordio entusiasmante.

Le Red Bull appaiono come la terza forza in campo, capace di mettere in difficoltà Ferrari e Mercedes all’occorrenza. Verstappen si è guadagnato la quarta posizione in griglia, mentre Ricciardo è rimasto indietro, ottavo.

Nel confronto in pista la Ferrari sembra una vettura stabile e precisa che però ha bisogno di sfruttare l’ampiezza della pista, la Mercedes appare più scomposta e sovrasterzante ma riesce a mantenere una traiettoria più centrata, cosa che paga sul tracciato australiano. Sarà interessante vedere come si affronteranno nella gara di domani.

Flavio Uccello

Print Friendly, PDF & Email

About Flavio Uccello

Ha 25 anni, giornalista pubblicista, consulente assicurativo e finanziario per Generali Italia. Oltre a trattare argomenti di natura socioeconomica, ha una smodata passione per i motori e il motorsport di cui scrive diffusamente nelle nostre rubriche. Ama leggere ed è molto curioso. Ha una gran voglia di comunicare con il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.