Formula 1, Verstappen duella con Leclerc per la vittoria in Austria

versteppen-spielberg

Formula 1, Verstappen duella con Leclerc per la vittoria in Austria

 

Max Verstappen rompe il dominio Mercedes in Austria, strappando la vittoria a Charles Leclerc dopo un acceso duello.

Il circuito di Spielberg è di proprietà della Red Bull e la sua conformazione retró garantisce sempre sfide avvincenti tra i piloti, non a caso il Gp d’Austria è stata la gara più tirata della stagione.

In partenza Leclerc mantiene il suo vantaggio e conduce la gara in prima posizione. Non viene impensierito dalle Mercedes e non commette errori, la vittoria sembra essere sua fino a dieci giri dalla fine. Max Verstappen, di contro, parte malissimo, si pianta e viene superato da diversi piloti e ritrovandosi in settima posizione. Nel corso dei giri costruisce una bella rimonta: supera Vettel; subisce dei piccoli problemi alla power unit ma li risolve con l’aiuto dei box e riesce a superare con decisione Valtteri Bottas. Dal giro 51 si mette alla caccia di Leclerc, dopo pochi giri lo raggiunge nel traffico dei doppiati, prova più volte l’affondo ma il ferrarista si difende bene, trova sempre la traiettoria giusta per non farlo passare. Al penultimo giro, Leclerc prova l’ultima difesa in curva 1, tiene l’esterno ma Verstappen allarga leggermente, le vetture si toccano e perde la prima posizione. L’episodio, seppur al limite, appare come un normale contatto di gara in un contesto di concitazione per i piloti; tuttavia, la direzione gara si riserva di analizzare l’episodio successivamente inviando il classico avviso, “under investigation”.

Se non fosse per la vittoria di Verstappen la Ferrari potrebbe ritenersi soddisfatta; infatti, Sebastian Vettel, nonostante gli imprevisti, riesce a ottenere un’ottima prestazione. Parte dalla decima posizione e deve costruirsi una rimonta, anche lui, e riesce a recuperare diverse posizioni. Al giro 22 si ferma ai box e i meccanici si fanno trovare impreparati, in ritardo con la sistemazione delle gomme, Vettel perde almeno cinque secondi; tuttavia, anche Hamilton, in seguito, fa un pit stop lento per cambiare l’assetto dell’ala anteriore e Vettel lo raggiunge. Negli ultimi giri Sebastian compie un bellissimo sorpasso sul campione in carica guadagnando la quarta posizione. Valtteri Bottas mantiene un buon mergine sugli inseguitori e arriva terzo.

Questo weekend la Mercedes è apparsa sottotono, anche per via delle caratteristiche del circuito, e ha dato la possibilità a Ferrari e Red Bull di confrontarsi per la vittoria. Ovviamente, questa eccezione non pone alcun dubbio sulla supremazia che il team tedesco ha dimostrato e potrà dimostrare nei prossimi gran premi. Di certo, è esaltante vedere due giovani talenti come Verstappen e Leclerc lottare fino all’ultimo giro, considerato che rappresentano il futuro della Formula 1.

Nota di merito per Lando Norris che riesce a duellare nei primi giri con i top driver, dimostrandosi un pilota di qualità. La sua McLaren non può molto contro gli avversari competitivi, ma il team inglese si sta risollevando dai problemi del passato.

Print Friendly, PDF & Email

About Flavio Uccello

Ha 25 anni, giornalista pubblicista, consulente assicurativo e finanziario per Generali Italia. Oltre a trattare argomenti di natura socioeconomica, ha una smodata passione per i motori e il motorsport di cui scrive diffusamente nelle nostre rubriche. Ama leggere ed è molto curioso. Ha una gran voglia di comunicare con il mondo.