Hamilton vince a Suzuka. Vettel ci prova ma non funziona

hamilton suzuka

Sebastian Vettel le prova tutte, compiendo due belle rimonte, ma Hamilton continua ad affermare la supremazia in campionato vincendo il Gran Premio del Giappone

Dopo la delusione in qualifica Vettel parte forte e determinato allo scattare dei semafori, supera in un solo giro Gasly, Hartley e Grosjean, poi, arriva alle spalle di Kimi Raikkonen che è in lotta con la Red Bull di Max Verstappen. Giunti alla chicane di Suzuka, Verstappen va lungo e rientrando in pista urta la Ferrari del finlandese, per questa manovra scorretta l’olandese viene penalizzato di cinque secondi.

Grazie all’incidente Vettel guadagna una posizione sul compagno di squadra e si mette in coda a Verstappen. Entra la safety car per detriti in pista, alla ripartenza Vettel porta l’attacco in un punto rischioso, il pilota della Red Bull non gli lascia spazio e lo manda in testacoda. I commissari lo giudicano come un semplice contatto di gara.

A questo punto la gara di Vettel è compromessa, ha provato il tutto per  tutto e gli è andata male, sapeva di avere poco tempo per ricucire il distacco con le Mercedes e ha adottato un approccio aggressivo. Tuttavia, ha tenuto alto l’orgoglio e ha ricostruito una rimonta che lo ha portato alla sesta posizione alla bandiera a scacchi. Kimi Raikkonen perde una posizione e termina quinto.

Lewis Hamilton vince un’altra gara che lo avvicina sempre più a un nuovo titolo mondiale. A Suzuka riesce a inanellare diversi giri veloci e la fiducia nella sua Mercedes è tale da permettergli di raggiungere prestazioni persino superflue per la situazione, accumulando sempre più distacco sugli inseguitori.

In questo momento Hamilton ha messo da parte 331 punti contro i 264 di Sebastian Vettel.

Risultati gara

Print Friendly, PDF & Email

About Flavio Uccello

Ha 25 anni, giornalista pubblicista, consulente assicurativo e finanziario per Generali Italia. Oltre a trattare argomenti di natura socioeconomica, ha una smodata passione per i motori e il motorsport di cui scrive diffusamente nelle nostre rubriche. Ama leggere ed è molto curioso. Ha una gran voglia di comunicare con il mondo.