Cimarosa-Aurigemma, nasce l’accordo. Musica e scuola a Monteforte trovano il connubio perfetto

ic aurigemma

Il 25 settembre scorso l’Istituto Comprensivo Salvatore Aurigemma di Monteforte Irpino (AV) ha stipulato un Accordo di collaborazione con il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino. L’accordo, sottoscritto dalla Dirigente scolastica Angela Rita Medugno e dal vice direttore dell’Istituto Musicale Antonio Di Palma, prevede, tra i diversi punti, di incentivare la pratica della musica in un percorso già intrapreso con onore dalla scuola alcuni anni fa, con la nascita della secondaria di primo grado a indirizzo musicale, ma anche di orientare, attraverso incontri e scambi con docenti e allievi del Conservatorio, allo studio professionale della Musica. L’occasione di incontro tra le due istituzioni è stata data dal concorso musicale “Io merito” che l’Istituto Aurigemma promuove al suo interno ogni anno. La bravura degli allievi e la dedizione dei docenti impegnati nelle discipline musicali hanno convinto il Conservatorio a puntare sulla scuola.

Così l’accordo verrà inaugurato lunedì 22 ottobre quando, a partire dalle 9,30, proprio il M° Di Palma, ottimo docente e grande pianista, avrà con gli alunni dell’Aurigemma un incontro-concerto dal titolo “Vi racconto il pianoforte” in cui mostrerà loro la panoramica della musica da suonare, ascoltare e vivere. Entusiasta per l’intrapreso percorso, il Maestro vede grandi opportunità per i giovani montefortesi che in questo modo si troveranno catapultati con maggiore energia nel cuore della musica.

A coordinare l’accordo per l’Istituto Aurigemma sarà la professoressa Giuliana Galasso, docente di violino che, insieme ai collegi Maurizio Severino, pianoforte, Cristiano Della Corte, violoncello e Pasquale De Iesu, oboe, svolge con gli alunni le attività musicali dell’Istituto. A riguardo è proprio la Ma Galasso a sottolineare il valore del lavoro condotto in sintonia con i colleghi, grazie al sostegno della Dirigente e delle famiglie, per offrire agli alunni la misura e la funzione del proprio strumento in rapporto agli altri nella realizzazione di esecuzioni d’insieme in un apprendimento che diventa stimolante per tutti.

Il Conservatorio Domenico Cimarosa

Il Conservatorio Domenico Cimarosa

Per quanto riguarda l’accordo, in pratica: saranno organizzati concerti dei giovani allievi dei corsi pre-accademici e pre-Afam del Cimarosa a Monteforte per mostrare come funzionano gli organici orchestrali; verrà istituito un Coro polifonico; ci saranno incontri periodici con i docenti del Cimarosa, che mostreranno ai ragazzi l’uso e il funzionamento dei diversi strumenti; verranno organizzate visite guidate al Conservatorio e il concerto finale degli allievi della scuola sarà eseguito nell’Auditorium dell’Istituto Musicale. Queste solo alcune delle iniziative che saranno calendarizzate in itinere, in questa fase iniziale dell’accordo, e realizzate grazie alla collaborazione tra due agenzie formative di vero pregio sul territorio.

©Riproduzione riservata WWWITALIA

Print Friendly, PDF & Email

About Eleonora Davide

IL DIRETTORE RESPONSABILE Giornalista pubblicista, è geologa (è stata assistente universitaria presso la cattedra di Urbanistica alla Federico II di Napoli), abilitata all’insegnamento delle scienze (insegna in istituti statali) e ha molteplici interessi sia in campo culturale (organizza, promuove e presenta eventi e manifestazioni e scrive libri di storia locale), che artistico (è corista in un coro polifonico, suona la chitarra e si è laureata in Discipline storiche della musica presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino). Crede nelle diverse possibilità che offrono i mezzi di comunicazione di massa e che un buon lavoro dia sempre buoni risultati, soprattutto quando si lavora in gruppo. “Trovo entusiasmante il fatto di poter lavorare con persone motivate e capaci, che ora hanno la possibilità di dare colore e sapore alle notizie e di mettere il loro cuore in un’impresa corale come la gestione di un giornale online. Se questa finestra sarà ben utilizzata, il mondo ci apparirà più vicino e scopriremo che, oltre che dalle scelte che faremo ogni giorno, il risultato dipenderà proprio dall’interazione con quel mondo”.