LA MAMA UMBRIA INTERNATIONAL 2017

LaMama

Dal primo al 16 luglio, nell’ambito del Festival di Spoleto, è tornata la rassegna La MaMa Umbria International, un appuntamento ricco di incontri, esposizioni e performance artistiche dedicate ai diversi linguaggi dello spettacolo da tutto il mondo.

Il programma della manifestazione, giunta alla sua nona edizione, è stato fin da subito molto accattivante. Quanto agli eventi di oggi, andrà in scena The book of Thel, produzione italo-americana sull’omonima opera lirica di Rolando Macrini, tratta dal poema di William Blake, con disegni sono di Jacopo Maran e direzione musicale di Claudio Scarabottini.

Ai bambini dagli otto anni in su è dedicato lo spettacolo dell’8 luglio Preludes (La capra ballerina), un progetto di Puppet Theatre tratto dal libro “L’anatra, la morte e il tulipano” di Wolf Herlbruch, curato da Laura Bartolomei con regia, video e musiche di Damiano Privitera.
M2,  è lo spettacolo ideato e realizzato da Dynamis che si terrà il 9 luglio, ispirato da un resoconto dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite sulle stragi del Mare nostrum. La performance, che prevede la partecipazione di attori volontari, è incentrata sul tema dell’unità di misura come strumento per decifrare i confini tra umano e disumano e tra superficie e persona.

il 10 e l’11 luglio andrà in scena lo spettacolo Chiedi chi era Francesco di Andrea Adriatico, dedicato a Francesco Lorusso, studente e militante di Lotta Continua colpito accidentalmente e ucciso durante una manifestazione a Bologna nel 1977. Scritto da Grazia Verasiani e prodotto da Teatri di Vita,  la perfomance ha fra i suoi protagonisti Olga Durano, Francesca Mazza, Gianluca Enria e Leonardo Bianconi, e gode del sostegno del Comune di Bologna, la Regione Emilia Romagna e il Mibact.
Il 12 e 13 luglio il Gruppo Nanou, invece, porta in scena Senza titolo per uno sconosciuto – spettacolo con coreografie di Marco Valerio Amico e Rhuena Bracci.

Conclude il festival la rappresentazione di Gherardo Vitali Rosati, La cura, incentrato sul rapporto tra donna, la malattia e dolore, nella risoluzione con i rapporti umani di chi vive le stesse patologie. Protagonista è Elena Arvigo insieme ad Alberto Giusta, Dalila Reas e Luca Tangenalli. Tommaso Tarani ne cura; le proiezioni di Stefano Fake, uno dei più noti video-maker italiani, creeranno una vera e propria scenografia digitale capace di riprodurre spazi reali e immaginari.
Fino alla fine della manifestazion sarà in mostra Oro puro, un’esposizione a cura di Lorenzo Mango e Moreno Cerquetelli dedicata al critico militante Beppe Bartolucci e a La Mama di N.Y.

Tante altre saranno le attività che La Mama Umbria International proporrà al pubblico fino a settembre.

Dal 17 luglio al 12 agosto il Cantiere Oberdan ospiterà Rigenerazioni, laboratori artistici per una città viva, creativa e giovane che vedrà interagire un gruppo di artisti coreani del Seoul Institute of the Arts con altri 4 diversi artisti: Yoshiko Chuma (Giappone) e i gruppi italiani OperaDynamis Teatro e La Società dello spettacolo.
Grazie a Symposio  dal 17 luglio al 17 agosto verrà dedicato uno spazio anche ai registi: un programma di alta formazionea cui parteciperanno Tamara Rogoff  e Cade Manson (Usa), Andrea Adriatico e Chiara Guidi (Italia) nella prima sessione (fino al 31 luglio), mentre Enrico CasagrandeDaniela NicolòMoisés Kaufman (Venezuela/Usa), Lee Brock (Usa) e Sam Turubridge (Nuova Zelanda) saranno i protagonisti di quella successiva.
Infine, dal 18 al 28 agosto La Mama presenterà un workskop di scrittura creativa con Erik Ehn per chiudere poi il suo lungo programma estivo, dal 29 agosto al 10 settembre con La pedagogia dell’espressione, il corso di Gilberto Scaramuzzo (MimesisLab, Università Roma Tre) sulla ricerca la riscoperta del proprio potenziale espressivo.

Costo Biglietti € 15,00
Info al numero: 393 9166042 – lamamaumbria@hotmail.com
Location: Cantiere Oberdan di Piazza dell’ Addolorata, Via dei Gesuiti – Spoleto (PG)

@Riproduzione riservata                                                      Gemma Alifano

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.