Bellezza e Make-up di Memy De Santis – Il Kajal

il kajal1

Oggi l’articolo della nuova rubrica di WWWITALIA dedicata al trucco e ai suoi segreti, con cui la Make-up artist Memy De Santis ci accompagnerà  nella scoperta di un elemento fondamentale del make-up: il Kajal. Dopo l’articolo sui pennelli da usare,  quello sul colore, quello sull’uso del fondotinta, quello sulla cura delle sopracciglia, quello sulle ciglia, quello sul rossetto, quello sulla linea di trucco Cliomakeup popupquello sul rossetto rosso e quello su ciò che dobbiamo avere nel nostro beauty, questi semplici consigli sveleranno a chi voglia usare al meglio le proprie potenzialità il segreto della base del trucco.

il kajalQuesto prodotto è notoriamente associato all’oriente ed è l’unico in grado di donare profondità allo sguardo applicandolo all’interno degli occhi.
Più intenso della matita per occhi, il kajal affonda le sue radici nel 3000  a. C..
Questo prodotto, da sempre utilizzato dalle popolazioni orientali e africane, ha un duplice scopo: Il primo, è quello di intensificare lo sguardo, il secondo invece, è quello curativo poiché possedendo delle proprietà ayurvediche, è in grado di proteggere gli occhi non solo dai raggi solari ma anche dalle infezioni agli occhi.
In passato, il kajal era ottenuto dalla macinazione di minerali come la malachite e la galena ed era applicato bagnando un bastoncino di legno e poggiando le sulle rime interne degli occhi.
Oggi invece, si può trovare anche in pasta per facilitarne l’applicazione e utilizzarlo anche per sfumarlo sulla palpebra, creando così uno smokey  eyes.
Ovviamente il kajal originale non è waterproof, quindi se preferiamo questo prodotto, il rischio di sbavatura è sempre dietro l’angolo, per cui è bene prestare molta attenzione all’applicazione. Tuttavia, oggi abbiamo delle varianti occidentalizzate che garantiscono anche una tenuta waterproof.

 Il kajal originale ha la consistenza di una pasta densa e omogenea, di colore nero lucido. Si applica con bastoncini di vetro delle dimensioni di uno stuzzicadenti, ma con la punta arrotondata e a goccia. Solitamente l’applicatore di vetro è venduto insieme  al prodotto.

Applicare il kajal con il bastoncino di vetro è semplice: si preleva dall’estremità del bastoncino di vetro una quantità di pasta pari alla dimensione della punta del bastoncino stesso. Si appoggia la punta “inchiostrata” sulla rima interna della palpebra inferiore, partendo dall’angolo esterno dell’occhio. Si chiude l’occhio sul bastoncino, e si percorre con esso tutta la rima interna delle palpebre.

L’obiettivo è spalmare sulle palpebre in maniera omogenea la quantità di pasta di kajal desiderata.

©Riproduzione riservata WWWITALIA

Memy2

Memy De Santis, make-up artist, diplomata nel 2016 presso la Raffaella Vallone supported by Kryolan di Napoli e specializzata in make-up con aerografo.

“Il make-up è l’arte che ci permette si essere chiunque vogliamo […] Amo vedere lo sguardo delle persone dopo il trucco, è come se si guardassero per la prima volta.”

Truccare è la sua missione, non solo una passione. Ha iniziato questa professione con l’idea di aiutare le persone, farle sentire più sicure in se stesse. Esprimere e valorizzare la bellezza che c’è in un individuo è la sua prerogativa.

Print Friendly, PDF & Email